The news is by your side.

Attività in intramoenia, Taglieri (M5s): l’accesso alle cure non diventi privilegio per pochi, garantire miglior servizio

"L'assessore ha preso un impegno con noi e con i cittadini abruzzesi, mi aspetto venga mantenuta la parola"

L’Aquila. “L’assessore Verì ha preso un impegno con noi e con tutti i cittadini abruzzesi affinché sia effettuato un controllo costante e minuzioso sull’attività in intramoenia. È un dovere della Giunta regionale e di tutta la maggioranza di centro destra quello di garantire l’accesso alle cure più ampio possibile, senza che queste diventi un privilegio per quei pochi che possono permettersi di pagare profumatamente per una prestazione sanitaria”. Lo afferma il vice presidente della Commissione Sanità Francesco Taglieri, a seguito della risposta dell’assessore Nicoletta Verì riguardo a un’interpellanza discussa nel corso del Consiglio regionale tenutosi all’Aquila.

“Invito al tempo stesso l’assessore”, prosegue il 5 stelle in Regione Abruzzo, “a prendere provvedimenti esemplari verso chi fa ricorso all’attività intramoenia per proprio vantaggio economico, dimenticandosi quale sia lo scopo primario: ridurre le liste d’attesa, eliminando le barriere all’ingresso del servizio sanitario. È un dovere della politica, e in questo caso della maggioranza di centro destra, quello di controllare le attività svolte nelle strutture ospedaliere. Ci sono referenti all’interno delle singole aziende, e devono far rispettare le regole”. “Non si tratta di una battaglia contro qualcuno in particolare”, precisa il pentastellato, “ma ne va del rispetto che i professionisti devono avere nei confronti dei cittadini abruzzesi, garantendo a tutti il miglior servizio possibile. Grazie alla nostra attività, l’assessore ha preso oggi un impegno importante con tutta la cittadinanza”, conclude Taglieri, “e mi aspetto che venga mantenuta la parola data”.