The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Autoporto di San Salvo, Pd Chieti: agire in sintonia con chi porta risorse nella regione

San Salvo. “Guido Rojetti, scrittore e aforista torinese, è cinicamente realista quando dice che il tempo è spesso puntuale nel farci capire le cose in ritardo. Una bella frase che racchiude il senso di tutta la vicenda che porterà il colosso Amazon a San Salvo e non in altri luoghi d’Abruzzo né tantomeno in Molise”. Lo scrive la segreteria provinciale del Pd Chieti. “La verità è che se questa opportunità – non solo per i comuni del vastese ma anche per l’intera Regione Abruzzo – vedrà la luce tra qualche mese, è solo grazie alla perseveranza di un gruppo di persone, anche politicamente trasversali, che hanno lavorato con tanta velocità. Una componente questa che è mancata a tutti gli altri pretendenti per giungere al risultato di assicurare ad un territorio ampio una opportunità occupazionale, una operazione politicamente chirurgica”.

“Grazie al suo ruolo in ARAP” continua il Pd Chieti “la parte principale l’ha avuta Gianni Cordisco che, a parte la sua responsabilità politica, è un bravissimo e audace tecnico che ha intuito le necessità degli imprenditori e si è messo a servizio per giungere al risultato, senza riflettori e senza conferenze stampa, anche perché le conferenze stampa solitamente si fanno a risultati raggiunti e non per perorare una causa chiaramente persa, politicamente e amministrativamente. Il sindaco di Fossacesia” prosegue il Pd “ha ad esempio alzato barricate e invitato altri colleghi per tentare l’insediamento del colosso nel territorio di sua competenza. Ma non ha però specificato cosa ha realmente fatto da quel famoso 25 maggio 2020, giorno in cui gli è stata comunicata questa volontà posto che i terreni dovevano essere oggetto di variazione del piano regolatore. Sappiamo tutti che questo iter ha una durata media di almeno 6 mesi”.

“A questo” spiega il Pd “si aggiunge poi anche un contributo “graditamente superfluo” della maggioranza a trazione Lega in Regione Abruzzo che ha voluto portare in consiglio regionale la ratifica di un atto che, legittimamente, aveva già avallato e firmato lo stesso presidente Marsilio. Praticamente un buon motivo per fare altre conferenze stampa e stavolta a risultato già raggiunto (da altri!). Al netto delle doverose precisazioni è necessario ora agire in sintonia con coloro che stanno portando nella nostra regione risorse e occupazione senza campanilismi e senza barricate. È questo il tempo di crescere e di lottare per un domani migliore, tutti insieme” conclude la segreteria provinciale del Pd Chieti.