The news is by your side.

Autoporto San Salvo, il centrosinistra: sì all’investimento

San Salvo. “Appoggiamo e condividiamo quanto chiesto dal sindaco di San Salvo, Tiziana Magnacca, e dai capigruppo delle liste di maggioranza, al presidente Marsilio in merito a una “rapidità di decisione” sulla proposta di acquisto dell’autoporto di San Salvo avanzata e depositata dalla Engineering K2 SpA”. Lo affermano i consiglieri comunali di San Salvo Marika Bolognese (Italia Viva), Antonio Boschetti (Pd), Gennaro Luciano (Pd), Giovanni Mariotti (Pd) e Fabio Travaglini (Più San Salvo).

“San Salvo” continuano i consiglieri “è la città del “lavoro”. San Salvo è da sempre, grazie anche alla lungimiranza e alla volontà di quanti ci hanno preceduto, luogo attrattivo di importanti industrie ed insediamenti produttivi che hanno portato considerevoli benefici non solo per la città stessa ma anche per tutto il vastese. E farsi sfuggire oggi questa occasione di così grande impatto occupazione ed economico sarebbe lesivo e dannoso per San Salvo e per l’intero comprensorio”.

“Tempo da perdere non ce n’è” proseguono “e bene ha fatto il sindaco Magnacca a sollecitare il presidente Marsilio che comunque ringraziamo per la rapidità con la quale finora si è mosso. Chiediamo a lui di continuare in questo processo di velocizzazione avviato. Si mettano dunque da parte le polemiche e/o le rivendicazioni avanzate da alcuni e si faccia fronte unico affinché si porti a compimento un’operazione industriale ora più che mai necessaria. Come consiglieri di minoranza saremo accanto alla Magnacca in questa battaglia. Condividiamo infine e appieno quanto da lei espresso che “in un momento come il presente” non possiamo correre il rischio “di deludere, vanificare e indurre al ripensamento chi ha creduto e ha scommesso, con i propri capitali, su questa terra”. Che è la nostra terra! Il centrosinistra si è sempre battuto per il lavoro e la sua salvaguardia e lo farà anche adesso” concludono i consiglieri.

Intervengono sull’autoporto di San Salvo anche i sindaci di centrosinistra. “Nella certezza della piena trasparenza dell’operazione messa in campo dall’Arap, l’Azienda regionale delle attività produttive preposta allo sviluppo delle attività economiche e industriali della Regione Abruzzo, esprimiamo piena soddisfazione e condivisione in merito alla notizia della proposta di acquisto dell’autoporto di San Salvo da parte della società d’ingegneria appartenente al Gruppo FBH, la Engineering K2 SpA” si legge in una nota della segreteria provinciale della federazione Pd Chieti.

“Perdere tempo, soprattutto in questo periodo storico-economico che stiamo vivendo aggravato dalle conseguenze della pandemia da Covid-19, significa non voler bene al nostro territorio e siamo pronti a scendere in campo qualora necessario” affermano i sindaci di centrosinistra. “Questa è un’opportunità unica e irripetibile che darà lavoro a circa tremila addetti, senza contare le imprese locali che vi graviteranno intorno chiamate a mettere in campo le loro maestranze. La politica deve dunque fare squadra e non mettere i bastoni tra le ruote. E noi, come sindaci del centrosinistra, siamo favorevoli all’investimento”.

“Condividiamo infine e appieno quanto espresso dal consigliere regionale del Pd, Silvio Paolucci, apprezziamo poi la posizione presa dal sindaco di San Salvo, Tiziana Magnacca, ma non condividiamo affatto quanto invece espresso dal consigliere regionale della Lega, Manuele Marcovecchio. Le frenate, legate a rivendicazioni politiche, rischiano di nuocere gravemente al nostro territorio. Il rischio che stiamo correndo è troppo alto. E questa opportunità il vastese non può farsela sfuggire. Il lavoro è da sempre la priorità del centrosinistra e non accettiamo e non accetteremo mai chi rema contro” concludono i sindaci del centrosinistra.