The news is by your side.

Autorità portuali, l’attacco della Marcozzi (M5S): nessuna risposta di Marsilio, il tempo delle scuse è finito

L’Aquila. Continua a far discutere il caso dello spostamento dei porti abruzzesi dall’Autorità di sistema portuale di Ancona a quella di Civitavecchia.

Un’interpellanza presentata, nel corso dell’ultima seduta del consiglio regionale di martedì, dal consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle in Regione Abruzzo Sara Marcozzi, che ha portato il caso in aula “il tutto nell’assordante silenzio di un presidente di Regione, Marco Marsilio, che non si vede, non si sente e non risponde in merito alle promesse che ha fatto in campagna elettorale”.

Questa mattina la pentastellata ha pubblicato sulla sua pagina Facebook la copia del documento e della lettera, a firma del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, inviata lo scorso 2 maggio alla presidenza della Regione Abruzzo.

È infatti da un mese e mezzo che il ministero attende una risposta circa la conferma dell’intesa sottoscritta nel 2016 tra l’allora presidente regionale, Luciano D’Alfonso, e il collega della Regione Lazio Nicola Zingaretti. 

“Col MoVimento 5 Stelle al governo lo scaricabarile del centro destra in Regione Abruzzo non funziona”, attacca Sara Marcozzi,  “quante volte sentiamo questa Giunta gettare sui Ministeri ogni tipo di responsabilità? È successo pure nell’ultimo Consiglio Regionale. L’assessore Febbo, in risposta a una mia interpellanza sullo spostamento dell’Autorità di Sistema Portuale da Ancona a Civitavecchia, ha detto di attendere risposte dal governo del MoVimento 5 Stelle”.

“Non è proprio così”, precisa la pentastellata, “quella che vedete qui è la lettera inviata dal Ministero dei Trasporti a Regione Abruzzo il 2 maggio scorso per chiedere cosa abbia intenzione di fare il nuovo governo regionale. Indovinate un po’? Nessuno ha risposto”.

“A questo punto di scuse non ne hanno più”, prosegue il consigliere del M5S in Regione Abruzzo, “noi lo diciamo da anni che lo spostamento dell’Autorità di Sistema Portuale porterebbe uno sviluppo enorme nella nostra Regione. Sono con noi le associazioni di categoria, i sindacati, decide e decine di sindaci. Marsilio ci ha seguito e lo ha promesso in campagna elettorale. Che cosa lo blocca quindi?”.

“Di opzioni diverse non ce ne sono”, conclude la Marcozzi, “o mantengono la promessa o voltano le spalle agli imprenditori e ai lavoratori abruzzesi dopo soli 4 mesi. Dipende solo da Marsilio e dalla sua Giunta”.