The news is by your side.

Aveva aggredito e picchiato violentemente un 41enne, posto agli arresti domiciliari giovane abruzzese

Sulmona. Nel pomeriggio di ieri, personale del Settore Anticrimine del Commissariato di P.S. di Sulmona ha tratto in arresto in applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari un  35enne sulmonese, pluripregiudicato, sorvegliato speciale di Pubblica Sicurezza.

In particolare, l’arrestato la sera del 29 maggio aggrediva e picchiava violentemente un 41enne, anch’egli di Sulmona,  procurandogli gravi lesioni, giudicate guaribili in 40 giorni, per le quali il malcapitato veniva sottoposto ad un intervento chirurgico  presso il reparto maxillo–facciale dell’Ospedale San Salvatore di L’Aquila.  Gli investigatori venuti a conoscenza dell’aggressione avviavano immediatamente le indagini che consentivano di ricostruire i fatti e risalire all’autore, identificandolo nel sorvegliato speciale.

L’uomo, in data 31 maggio scorso, veniva pertanto tratto in arresto dal personale della Polizia di Stato del Commissariato P.S. di Sulmona per  violazione delle prescrizioni della misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale, nello specifico dell’obbligo di tenere una buona condotta e rispettare le leggi, ed associato presso la locale Casa di Reclusione a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In sede di convalida, il G.I.P. presso il Tribunale di Sulmona disponeva la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria, decisione ritenuta insufficiente ed appellata dalla Procura della Repubblica di Sulmona. Il 21 giugno, il Tribunale di L’Aquila, accogliendo parzialmente il ricorso, disponeva l’applicazione della  misura cautelare degli arresti domiciliari, decisione che diveniva effettiva solo lo scorso 16 ottobre, poiché  l’indagato presentava a sua volta ricorso presso la Suprema Corte di Cassazione. Pertanto nel pomeriggio di ieri, lo stesso veniva rintracciato e posto agli arresti domiciliari  presso la propria abitazione.