The news is by your side.

Avvocato morì in ospedale, medico di pronto soccorso condannato a sei mesi

ontoChieti. Il giudice monocratico del Tribunale di Chieti Isabella Allieri ha condannato a sei mesi di reclusione, pena sospesa e non menzione, Anna Carfagnini, all’epoca dei fatti medico in servizio al Pronto soccorso e all’Osservazione breve del policlinico di Chieti: il medico era accusato di omicidio colposo per la morte dell’avvocato teatino Roberto Barrucci. I fatti risalgono al 5 dicembre del 2012 quando Barrucci, che aveva 59 anni, si presentò in ospedale intorno alle 3.30 di notte in preda ad un dolore al petto; l’uomo morì intorno alle 7.30. Secondo l’accusa il medico avrebbe omesso di diagnosticare tempestivamente una dissezione aortica, impedendo così l’attuazione di una terapia chirurgica d’urgenza.

Il pm Marika Ponziani aveva chiesto la condanna a un anno di reclusione. Il giudice ha inoltre condannato il medico al risarcimento dei danni alle parti civili disponendo a favore di ciascuna una provvisionale di 20 mila euro. Nel processo si sono costituiti parte civile la sorella della vittima Pasqualina Barrucci, i figli del legale Silvia e Roberta, e la moglie Anna Maria Nardone assistiti dagli avvocati Marco e Paolo Ciammaichella, Italo Colaneri, Massimo Di Vito e Cristiano Sicari. La Carfagnini è difesa dall’avvocato Vincenzo
Margiotta.