The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Bando ‘sport e periferie’, anche Roseto degli Abruzzi parteciperà all’iniziativa a firma M5S

Valentina Corneli (M5S): abbiamo sempre ritenuto di valorizzare la funzione sociale e culturale dello sport

Teramo. “L’amministrazione ha appena comunicato che Roseto parteciperà al bando “sport e periferie” del Coni con un progetto che riguarda la realizzazione del manto in erba sintetica del campo sportivo di Cologna Paese. Ci auguriamo che sia davvero così, anche perché aspettiamo da un anno e mezzo anche la consegna del campo comunale di Santa Lucia”, ha dichiarato l’onorevole Valentina Corneli.

“Noi del M5S abbiamo sempre ritenuto di valorizzare la funzione sociale e culturale dello sport, per migliorare la qualità della vita cittadina, riqualificare il tessuto sociale e ridurre i sempre più frequenti fenomeni di marginalizzazione e degrado, per questo come maggioranza di Governo abbiamo
fortemente voluto il bando periferie e speriamo vivamente che almeno questa opportunità non vada sprecata. In realtà tante sono le opportunità che vogliamo dare a Roseto: in sede di discussione sul Recovery Fund abbiamo inserito tutte le nostre storiche proposte per la modernizzazione del Paese, rivoluzione verde e transizione ecologica, cultura, equità sociale, di genere e territoriale, e crediamo che queste idee possano essere messe in atto anche a livello comunale, ad esempio tramite la
riqualificazione del patrimonio comunale energivoro: dal palazzetto all’ultima palestra, passando per le scuole e per tutti gli edifici di proprietà comunale. Ma c’è bisogno di un’amministrazione in grado di comprendere l’importanza di questa delicatissima fase storica, di progettare e di realizzare. Roseto a parte qualche tardivo annuncio è completamente immobile, e sembra andare avanti solo l’assurda decisione di costruire il nuovo centro rifiuti in zona Fonte dell’Olmo. C’è bisogno di una svolta
e noi, con il supporto dei cittadini che vorranno dare il loro importante contributo, siamo pronti ad assumerci questa responsabilità”.