The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Barriere A14: ok del gip, viadotto Cerrano può riaprire ma con prescrizioni. No a trasporti eccezionali e pericolosi

Città Sant’Angelo. Parzialmente accolta l’istanza di Aspi per il dissequestro del viadotto Cerrano dell’autostrada A14, interdetta ai mezzi pesanti da dicembre nel tratto compreso tra Pescara nord e Atri Pineto.

Il gip di Avellino ha disposto che il tratto in questione può riaprire ai Tir, ad eccezione dei trasporti eccezionali e dei trasporti di merce pericolose.

Lo conferma all’ANSA il sindaco di Città Sant’Angelo Matteo Perazzetti, appena informato da Autostrade per l’Italia.

Autostrade per l’Italia aveva depositato la nuova istanza di dissequestro in Procura, ad Avellino, martedì. Venerdì i tecnici di Aspi avevano incontrato gli uffici del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per discutere del miglioramento del piano di gestione delle emergenze in relazione alla frana che interessa l’area del viadotto. Il piano è stato poi condiviso con le autorità competenti, tra cui la Prefettura. Solo successivamente l’istanza è stata presentata all’autorità giudiziaria.

Sospiro di sollievo da parte dei centri urbani di Città Sant’Angelo (Pescara), Silvi e Pineto (Teramo): i tir, fino a cinquemila al giorno, da dicembre percorrono la strada statale 16, mandando in tilt la viabilità ordinaria della zona e provocando disagi per i cittadini, a causa del traffico paralizzato e dello smog. Ogni giorno al casello di Pescara Nord si registrano code chilometriche a causa delle centinaia di Tir incolonnati in uscita.

Giovedì a Pescara si era svolto un maxi vertice in Regione, a cui avevano partecipato tutti i soggetti coinvolti dall’emergenza. L’incontro era stato indetto dal governatore Marco Marsilio, che ha più volte auspicato una rapida soluzione della vicenda