The news is by your side.

Bimbo in ospedale dopo pranzo nella mensa della scuola, interviene il vice sindaco: “giusto chiarire”

Il vicesindaco e assessore di Pescara Santilli commenta l'apertura dell'inchiesta

Pescara. “Penso che l’apertura di un fascicolo sulla vicenda fosse scontata dopo la denuncia-querela dei genitori del bambino ai Carabinieri forestali. È giusto che venga chiarito quanto accaduto. Penso che fra qualche giorno sapremo tutto quello che c’è da sapere”. E’ il commento del vice sindaco di Pescara Gianni Santilli, assessore alle Mense Scolastiche, dopo l’apertura di un fascicolo, al momento senza indagati, da parte del sostituto procuratore di Pescara, Anna Benigni, sulla vicenda riguardante il bambino di 3 anni ricoverato in ospedale a settembre per una reazione allergica alle proteine del latte, che sarebbe stata provocata dal dessert mangiato nella mensa di una scuola dell’infanzia.

“Come Amministrazione comunale abbiamo acquisito e stiamo acquisendo dati dalla ‘Serenissima’, la società che gestisce le mense, e abbiamo dichiarazioni fatte dalla preside e dalla maestra, quindi aspettiamo tutti gli accertamenti. Il bambino fortunatamente sta bene, frequenta la mensa, ma la cosa che conta è che ora sta bene. Io non ho parlato”, ha detto Santilli, “con i genitori del bambino, ma so che hanno parlato con il responsabile della Serenissima, con i maestri e la preside, e credo che a breve sapremo tutto su questa situazione alla quale tengo in maniera particolare. Sto costantemente facendo sopralluoghi nei centri cottura delle mense e ho pranzato in alcune mense con i bambini”.