The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Biodiversità: presentazione del programma 2014 per il monitoraggio del Culbianco

L’Aquila. L’uculbiancofficio territoriale per la biodiversità del Corpo Forestale dello Stato dell’Aquila presenterà il programma 2014 per il monitoraggio del Culbianco che si svolgerà sul Gran Sasso d’Italia tra maggio e giugno, ed i risultati delle precedenti stagioni. L’incontro si terrà l’11 aprile all’Aquila, alle ore 15.00 presso la sede del Comando Regionale del Corpo Forestale dello Stato – Aula Magna “Luigi Giugno”, ubicata in Via della Polveriera. Il 2014 vede l’ufficio territoriale per la biodiversità dell’Aquila ancora impegnato sul Gran Sasso d’Italia, per il terzo anno consecutivo, nel monitoraggio del Culbianco e nella rilettura degli anelli colorati, nell’ambito del progetto Oenanthe Network EON – Italia (Centro Nazionale di Inanellamento & Stazione Ornitologica Campo Imperatore). Il progetto Culbianco – Wheatear Network Italia sul Gran Sasso è coordinato dall’Ufficio Territoriale per la Biodiversità di L’Aquila del C.F.S. e dall’Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, con la collaborazione dell’Università dell’Aquila-Giardino Botanico Alpino di Campo Imperatore e dell’associazione Gruppo Ornitologico Snowfinch, che coordina le attività dei rilevatori volontari nell’ambito del monitoraggio 2014; grazie alla partecipazione di questi ultimi è stato possibile monitorare, utilizzando una metodologia standardizzata, una superficie di oltre 60 chilometri quadrati di aree riproduttive, ubicate nell’altopiano di Campo Imperatore ad una quota compresa tra 1600 e 2200 metri sul livello del mare. Il monitoraggio della popolazione di Culbianco nidificante è  particolarmente interessante al fine di acquisire più informazioni possibili, con conseguente ampliamento delle conoscenze sia sulla scelta degli habitat, sia sulla valutazione dell’andamento demografico stagionale. Il programma di campo prevede anche l’osservazione degli animali inanellati con anelli colorati, che in questi anni sono stati marcati sul programma Oenanthe Network EON – Italia; le informazioni scaturite dalla rilettura degli anelli colorati, potranno incrementare le informazioni sia sulla nascita sia sulla fedeltà al sito riproduttivo. La proposta, al terzo anno di programmazione, è di particolare interesse anche al fine di promuovere la conoscenza e conservazione della biodiversità ornitologica negli ecosistemi d’altitudine del Gran Sasso d’Italia. La presentazione è aperta al pubblico. Per informazioni: Corpo forestale dello Stato – Ufficio territoriale per la biodiversità di L’Aquila: Tel: 0862 419260 – utb.laquila@corpoforestale.it