The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Biondi: tagliamo le tasse e avviamo procedure più vicine alle famiglie e alle imprese

L’Aquila. Il Comune dell’Aquila taglia le tasse e semplifica le procedure a cittadini, famiglie, attività commerciali e imprese. Questa mattina il sindaco del capoluogo d’Abruzzo, Pierluigi Biondi e il vice sindaco con delega al Bilancio, Raffaele Daniele, alla presenza del capo dipartimento dell’area ‘Servizi al cittadino’, Tiziano Amorosi, e i funzionari comunali Gianluca Mucciante, responsabile del settore tributi e Iole Di Giampietro, responsabile del settore Cosap, hanno illustrato le misure e gli interventi contenuti nel bilancio di previsione, approvato dalla giunta il 13 maggio e di prossima discussione in Consiglio comunale.

“Durante la scorsa consiliatura c’è stato un aumento del carico fiscale, in alcuni casi anche molto sostanzioso. – ha esordito il primo cittadino – Penso alla Tari, schizzata del 20% nel 2016, alla Tasi ordinaria che tra il 2014 e il 2015  è passata dal 2 al 2,5% o alla Cosap, incrementata tra il 2013 e il 2014 di circa tre punti percentuali. Noi invertiamo la rotta. Già nel 2018 abbiamo operato un primo taglio della tassa sui rifiuti per le utenze non domestiche di circa il 10% e della Tasi dal 2,5 al 2 per gli immobili di categoria catastale diversi dalle abitazioni principali”. “Quest’anno- ha aggiunto il sindaco Biondi – abbiamo approntato azioni ancora più incisive e puntuali, intervenendo in vari ambiti, dalle giovani coppie alle ditte che operano nei cantieri, per arrivare agli sgravi per i residenti nei centri storici o per contrastare la ludopatia.

Per agevolare il dialogo tra contribuente ed ente sono stati introdotti alcuni strumenti, come il ravvedimento operoso o la mediazione tributaria, così come per incentivare la lotta all’evasione sono state previste delle premialità per i dipendenti comunali che operano in questo importantissimo settore”. “Abbiamo previsto una serie di sgravi ed abbattimenti fiscali per i residenti del centro storico: fino al 30% in meno della Tari e per il solo periodo dei lavori, nelle aree interessate dal passaggio dei sottoservizi. – ha aggiunto il vice sindaco Daniele.

La riduzione della tassa sui rifiuti sarà estesa anche alle giovani coppie che acquistano la prima casa (10%), per i bar e i locali che acquistano fasciatoi per neonati (8%), per i possessori delle abitazioni ristrutturate ma non ancora abitabili (20%), per coloro che attivano o riattivano utenze non domestiche nel centro storico e in quello delle frazioni (20%), per le società sportive senza scopo di lucro riconosciute dal Coni (20%), per i bar, ristoranti ed altre attività che dismetteranno le slot machine (30%), per i cittadini che conferiranno gli ingombranti nei centri di raccolta comunali (10%) e per le aziende agrituristiche (40%)”.

“A questi provvedimenti – ha spiegato ancora il vice sindaco con delega al Bilancio – abbiamo aggiunto quelli di riduzione della Cosap del 10% per tutte le ditte e le aziende impegnate nella ricostruzione che potranno contare sullo sgravio di un ulteriore 40% qualora vengano posizionate nei ponteggi dei cantieri mantovane ed altri dispositivi per la sicurezza degli operai”.

Una volta approvato il bilancio di previsione 2019 tutta la modulistica necessaria per accedere a sgravi e detrazioni sarà pubblicata sul sito internet del Comune, sarà disponibile negli uffici di front office del servizio Tributi e riscossioni in via Filomusi Guelfi (Villa Gioia) oppure nelle sedi delle delegazioni di Sassa e Paganica dove è attivo il servizio ”Delegazione amica”.