The news is by your side.

Black out maltempo. Rimborsi Enel non sono merito D’Alfonso, ma procedura standard

L’Aquila. “Il Presidente D’Alfonso continua con le sue balle ad appropriarsi dei meriti non suoi. Questa volta annuncia che l’Enel risarcirà i cittadini abruzzesi in seguito all’emergenza elettrica avuta in occasione di particolari eventi metereologici nei primi giorni dello scorso marzo che ha causato numerose difficoltà per popolazione ed amministrazioni locali”. E’ quanto dichiara il presidente della Commissione di Vigilanza in Consiglio regionale Mauro Febbo che spiega: “Non è certo da attribuire alle pressioni di D’Alfonso questo risultato in quanto si tratta di una normale procedura che la compagnia elettrica segue abitualmente. Il rimborso è automatico e non necessita di nessuna richiesta da parte delle Istituzioni e Mauro-Febbo-2avviene direttamente sulla bolletta dell’utente, il calcolo dell’indennizzo e’ stabilito dalla delibera dell’autorità. Tale rimborso è dovuto agli utenti in forza del contratto da loro firmato con Enel, come da Titolo 7 (art. 50 e successivi) del Testo integrato della regolazione della qualità dei servizi di distribuzione e misura dell’energia elettrica. Anche questa volta l’occasione però, era troppo ghiotta per farsela sfuggire e raccontare un’altra favoletta agli abruzzesi. Mi auguro” continua Febbo “che il Presidente della Regione la smetta con questa strategia dello spot elettorale e cominci a tradurre le chiacchiere in fatti concreti. Ormai la lista è sempre più lunga e a questa dobbiamo aggiungere l’ennesimo annuncio della visita di un altro vip come Romano Prodi. Piuttosto che vip scaduti” conclude il consigliere regionale di Forza Italia “vorremmo capire perché il Premier Renzi non è ancora venuto in Abruzzo”. Della stessa opinione anche l’onorevole di Forza Italia Fabrizio Di Stefano che afferma “Il Presidente Luciano D’Alfonso si rivende meriti non suoi. Leggiamo, infatti, dai suoi comunicati, l’affermazione ‘abbiamo ottenuto un risultato molto importante’, circa i rimborsi Enel dovuti ai black out di energia elettrica verificatisi durante l’ondata di maltempo che ha colpito ampie zone dei nostri territori nello scorso marzo. E’ bene chiarire che la disposizione di indennizzi, da parte dell’Enel, è prevista dal contratto vigente, definito dall’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico, per il cui ottenimento non c’è da fare alcuna richiesta, né da parte degli utenti né tantomeno da parte del Presidente della Regione. Tale contratto” spiega il parlamentare “prevede infatti che il rimborso vada disposto anch’esso automaticamente, su parametri definiti da un’apposita Delibera dell’Autorità, che procede senza istanza di parte. A questo punto, viene da sospettare che il Presidente della Regione Abruzzo non abbia letto l’art. 51 e seguenti del contratto vigente, oppure, se li ha letti, si sia rivenduto meriti non suoi. Ma oramai siamo abituati alle boutade di D’Alfonso, dalla delibera ‘carta straccia’ dell’ospedale di Chieti a quest’ennesima millanteria. Questo caso tuttavia è così evidente che per smascherarlo non occorre neanche un’interrogazione parlamentare” conclude Di Stefano “basta infatti collegarsi ad internet e scaricare dal sito dell’Autorità il testo della ‘Regolamentazione della qualità dei servizi di distribuzione e misura dell’energia elettrica’”.