The news is by your side.

Blitz della guardia costiera nel porto di Giulianova, sequestrati pesci destinati al mercato nero

Giulianova. Era la tarda mattinata di ieri, durante il rientro dalla battuta di pesca, quando un ispettore pesca della guardia costiera di Giulianova si è accorto di movimenti sospetti a bordo di uno dei pescherecci nel porto di Giulianova.

Scattata l’ispezione, il militare ha scoperto che alcuni membri dell’equipaggio stavano cercando di occultare del prodotto ittico detenuto illegalmente e pronto ad essere immesso sul mercato nero. Si trattava di tre esemplari di tonno rosso, una specie pregiata soggetta a particolare tutela. I tre tonni – uno dei quali sottomisura e in età giovanile, circostanza aggravante – erano stati pescati in un periodo dell’anno in cui ne è vietata la cattura, anche incidentale.

È scattata così – oltre al sequestro del prodotto ittico, poi donato a un ente caritatevole – una serie di sanzioni a carico del peschereccio, cui è stata contestata la detenzione di specie ittica vietata, la mancata registrazione dei giornali di bordo e la cattura di un esemplare sottomisura, per un ammontare complessivo di circa 6mila euro e l’assegnazione accessoria di 9 punti sulla licenza.