The news is by your side.

Cagnolino investito e lasciato in strada: viene soccorso da alcuni passanti, tra cui un vigile del fuoco eroe che si priva della giacca per riparare l’animale

Montesilvano. “Ieri sera, verso le 19, in via Chiarini, altezza via Giacomo Medici e via Morelli, un povero cagnolino è stato investito da un’auto pirata. Cercava di attraversare la strada, si è accasciato sull’asfalto. Lo abbiamo soccorso con l’aiuto di due ragazzi fantastici dei vigili del fuoco. Uno di loro non ci ha pensato due volte a togliersi la giacca (la temperatura era gelida!), stenderla a terra e adagiarvi il povero animale dolorante per metterlo sul nostro furgone. Enea Mergiotti (il mio fidanzato) si è offerto di trasportarlo da un veterinario lungo la via Vestina, dove ha ricevuto le prime cure.
Ora è ricoverato lì, assistito amorevolmente da chi ha scelto per amore degli animali questa professione”.

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo il post scritto su Facebook da Valeriana Berardinucci, che ha prestato i primi soccorsi al povero cagnolino, investito senza pietà da qualche persona senz’anima.

Ricordiamo che in questa triste circostanza è stato commesso un doppio reato: prima di tutto, omissione di soccorso ad animale ferito e poi un delitto contro la coscienza. Perché abbandonare al proprio destino un essere vivente ferito lungo una strada, con temperature fredde, è proprio un gesto inqualificabile. Intanto il proprietario è stato rintracciato.

Gli angeli esistono: sono quelli che non si voltano dall’altra parte. Non conosciamo i nomi degli attori buoni di questa vicenda  ma, se leggeranno questo articolo, ci sentiamo di esprimergli un sentito, profondo sentimento di gratitudine. (r.p)