The news is by your side.

Capodanno, controlli filiera pesca: 48 sanzioni tra ristoranti, punti vendita, mezzi trasporto e barche

Pescara. Quarantotto sanzioni amministrative, per un importo complessivo di circa 92mila euro, tre notizie di reato per frode in commercio, dieci attrezzi da pesca e 1.351 chilogrammi di prodotto ittico sequestrati, quest’ultimo in parte devoluto in beneficenza dopo le verifiche di commestibilità. Sono i numeri dell’operazione ‘Dirty Market’ della Direzione Marittima d’Abruzzo, Molise e Isole Tremiti disposta a tutela della filiera della pesca nel periodo concomitante con le festività natalizie, quando aumenta notevolmente la richiesta di prodotti ittici. Eseguito accertamenti a terra ma anche a bordo delle unità da pesca in attività.

Le violazioni maggiormente rilevate hanno riguardato l’inosservanza delle norme sull’ “etichettatura” e sulla “tracciabilità/rintracciabilità del prodotto ittico”. Di particolare rilievo anche l’attività condotta con i NAS dei Carabinieri di Pescara, in occasione della quale è stato scoperto un locale adibito a deposito di prodotti ittici, privo delle previste autorizzazioni.