The news is by your side.

Carabiniere travolto e ucciso nel bergamasco, l’accusa è di omicidio volontario. 34enne in stato d’ebrezza

Al conducente era già stata sospesa la patente nel 2018 per eccesso di velocità

L’Aquila. E’ accusato di omicidio volontario con dolo eventuale e non più di omicidio stradale Matteo Colombi Manzi, l’automobilista di 34 anni in carcere dalla notte scorsa a Bergamo per aver investito a un posto di controllo a Terno d’Isola l’appuntato dei carabinieri Emanuele Anzini, di 41 anni. Lo ha deciso la procura di Bergamo, sulla scorta della ricostruzione dei fatti effettuata dalla Polizia stradale: il fascicolo è stato aperto dal sostituto procuratore Raffaella Latorraca, titolare dell’indagine.

Nei prossimi giorni il trentaquattrenne – risultato positivo all’alcoltest con tasso di quasi 3,0 grammi per litro, ovvero cinque volte il limite – sarà sottoposto all’interrogatorio in carcere a Bergamo. Nel dicembre 2018 era stato denunciato perché fuggito dopo un incidente stradale con un ferito lieve, il quale aveva riferito che Colombi appariva in stato di ebbrezza. Dal 29 gennaio al 28 febbraio scorsi gli era stata inoltre sospesa la patente per eccesso di velocità.