The news is by your side.

Casapound issa i tricolori sugli edifici municipali di Sant’Egidio, Di Sabatino: simbolo nostra identità

Teramo. Azione simbolica dei militanti di CasaPound Italia che in serata, a Sant’Egidio alla Vibrata, hanno issato la bandiera Tricolore su diversi edifici pubblici comunali . “Un’azione dimostrativa”, commenta Mirko Di Sabatino, militante di CasaPound e candidato alle prossime elezioni comunali di Sant’Egidio, “con la quale intendiamo riaffermare la necessaria presenza del Tricolore, simbolo della nostra identità, in tutti i luoghi pubblici, specie nelle sedi delle amministrazioni: i nostri simboli, patrimonio di ognuno di noi, devono essere esposti con orgoglio e mai negati o subordinati ad altri che invece non rappresentano la nostra storia come Nazione che ha saputo lottare per la propria esistenza”.

“Un’assenza vergognosa”, aggiunge Monardi, responsabile per la provincia di Teramo del movimento della tartaruga frecciata e candidato alle prossime elezioni comunali, “che non solo è in contrasto con una di per sé evidente prerogativa, ma che addirittura non rispetta neanche il D.P.R. 121/2000, come ad esempio durante i consigli comunali: lo Stato che nega sè stesso, e noi di CasaPound non potevano restare indifferenti davanti a questa assurdità”.
“Anche per questo nel nostro programma è esplicitata la nostra intenzione di riportare la sede Comunale al centro della città”, conclude Monardi, “unitamente agli uffici del sindaco, degli assessori, della Polizia locale e ai consigli comunali. Motivi per i quali i cittadini potranno tornare ad essere protagonisti del confronto con l’ente comunale e con gli amministratori”.