The news is by your side.

Caso Brioni: dopo una lunga trattativa arriva l’ok per la mobilità volontaria

Pescara. Al termine di una serrata trattativa andata avanti fino a notte raggiunto l’accordo sul caso Brioni, dopo che l’azienda ha annunciato l’esubero di parte dei 1.150 lavoratori dei 3 stabilimenti dell’area vestina. Ok alla riduzione dell’orario a 32 ore settimanali, ad attività di insourcing e all’avvio della mobilità volontaria. L’azienda – il gruppo proprietario è la holding francese Kering – nelle scorse settimane aveva annunciato l’esubero di 400 lavoratori, scesi a 139 full time

Pescara - manifestazione contro licenziamenti Brioni

nell’ambito della trattativa. I sindacati hanno dato l’ok all’apertura della procedura di mobilità volontaria per massimo 139 lavoratori, unico requisito la non opposizione al licenziamento; la procedura dovrà concludersi entro il 30 aprile. Chi accetterà otterrà incentivi fino a 32mila euro. “Resta aperta la partita sulla differenza tra i 139 esuberi richiesti dall’azienda e i lavoratori che andranno in mobilità” precisano i sindacati, questione rimandata a un nuovo incontro al Ministero dello Sviluppo economico.

 

Foto Ansa