The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Cento giorni di governo regionale, D’Alfonso: un cambio di stile per tanti risultati

Consiglio regionale D'Alfonso  (4)L’Aquila. “Quattro Giunte regionali sono state demolite, sanzionate, bocciate” dagli elettori. Un giudizio che secondo il presidente della Giunta regionale, Luciano D’Alfonso, non ha “riguardato solo l’operato degli eletti ma anche la forma di organizzazione della Regione”. Per questo e’ necessario cambiare “stile, aggredire i problemi e davanti ai fatti lasciarsi affascinare dall’automatismo reattivo, con procedure di qualita’”. Per il bilancio dei 100 giorni di attivita’ di Governo regionale, D’Alfonso, accompagnato dagli assessori, dal presidente del Consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio, dai Capigruppo, si e’ soffermato sulla differenza di “stile della nuova Giunta che ha consentito di raggiungere obiettivi fondamentali e rilevabili”. Per il Presidente cio’ che e’ stato ottenuto in termini di risultati ha risposto a “due domande di fondo: come costruire una Regione Funzione e non finzione e cosa fare per essere legittimati”. Tra i segnali di cambio di “stile” D’Alfonso ha elencato le modalita’ di nomina dei tanti manager, che dovranno essere collocati negli enti partecipati: “Non solo il curriculum prenderemo in considerazione, che varra’ il 40 per cento della valutazione – ha detto – ma anche la piattaforma che sapranno indicare e la liquidazione avverra’ soltanto dietro verifica del rilevato”. Per il Presidente e’ di tutta evidenza anche un disinteresse verso “gli spazi vuoti delle nomine”, cosi’ come le spese di progettazione e direzione lavori non potranno superare il due per cento dell’intero appalto. Il Presidente ha anche annunciato novita’ nel cammino della squadra di Governo che “non rimarra’ ghiacciatamente uguale a se stessa. Rivedremo le deleghe, preciseremo qualita’ e quantita’ in capo ad alcune figure della Giunta”, anticipando che ci sara’ il “giusto riconoscimento per l’avvocato Andrea Gerosolimo”, capogruppo di Abruzzo civico. Intanto, proprio Gerosolimo dovra’ occuparsi di organizzare all’Abbazia Celestinana di Sulmona un “combattimento tematico” con pensatori ed intellettuali. “Sara’ come una Leopolda o qualcosa di piu'”, ha specificato.