The news is by your side.

Centrodestra all’assalto del parco Sirente – Velino, Rifondazione Comunista non ci sta

Pescara. “In piena emergenza covid invece di occuparsi della strage prodotta dalle carenze di assistenza sanitaria in provincia dell’Aquila – afferma Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – con una certa vigliaccheria la maggioranza di centrodestra alla guida della Regione Abruzzo va all’assalto del Parco Sirente-Velino”.
“È vergognoso che oggi in commissione sia all’esame la proposta di  riperimetrazione del Parco. 86.000 cittadini hanno già firmato on line la  petizione contro il taglio di 8000 ettari del parco in zone di enorme valore paesaggistico e naturalistico. Analogo attacco lo avevamo respinto qualche anno fa ma purtroppo torna a pesare la subalternità della politica di  centrodestra e centrosinistra a cacciatori e cementificatori”.
“Ci indigna che il consiglio regionale vada all’assalto del parco mentre cittadini e ambientalisti non possono neanche protestare pubblicamente contro questo scempio essendo l’Abruzzo zona rossa. Invitiamo il Presidente Marsilio a fermarsi e ad aprire un confronto con associazioni ambientaliste”.