The news is by your side.

Chieti d’Estate 2019: al via da domani lungo cartellone di eventi tra musica e cultura nella parte alta e bassa della città

Chieti. “Un fitto cartellone estivo, coordinato dal Comune di Chieti con la preziosa organizzazione di esponenti del mondo culturale e partner privati, prenderà il via domani 16 luglio e si protrarrà fino al mese di settembre tra concerti di musica classica, reading letterari, cene-spettacolo, performance artistiche, spettacoli di magia e serate con famosi dj internazionali”. A presentare il Cartellone “Chieti d’Estate 2019” questa mattina il sindaco Umberto Di Primio era affiancato dall’assessore alle Manifestazioni Antonio Viola, dall’assessore al Commercio Carla Di Biase e dai numerosi curatori del programma estivo: lo scrittore Andrea Magno responsabile della sezione “Autori in Piazza”, il dj e organizzatore di eventi musicali Arturo Capone, Francesco Ciofani curatore dell’iniziativa “Incontro in Corso”, Angelica Colaizzi della LSR Moda & Management.  Assente per sopraggiunti impegni lavorativi il Maestro Giuliano Mazzoccante, responsabile della sezione “Chieti Classica” del Cartellone.

“La “Settimana Mozartiana”, che nelle ultime edizioni aveva assunto un carattere diverso rispetto alle prime edizioni e che con il passare degli anni aveva rappresentato un costo non più sostenibile per l’Ente, si trasforma diventando “Chieti Festival”, manifestazione di profilo culturale, con un progetto qualificato e un target “alto” rispetto ad eventi più commerciali presenti in regione”, ad annunciarlo è il sindaco Di Primio”, “curata dal Maestro Giuliano Mazzoccante, garantirà per nove giorni, dal 23 al 31 luglio, una offerta culturale importante e al contempo gratuita per i cittadini e i visitatori”.

Il Festival è articolato in due attività fondamentali: una Masterclass con docenti di fama internazionale presso il Palazzo del Governo, il Convitto Nazionale “G. B. Vico” (Salotto delle Idee e Sala Manzini), il Museo d’Arte “C. Barbella”, il Museo Universitario di Scienze Biomediche, Palazzo de’ Mayo, Teatro Marrucino, Tempietti Romani e Concerti serali all’aperto dal 25 al 31 luglio 2019.

I migliori allievi del festival, provenienti da tutto il mondo, si confronteranno in pubblico suonando con alcuni dei più famosi musicisti del panorama artistico internazionale: la violinista Dora Schwarzberg (Austria) www.dora-schwarzberg.com, il violinista Pavel Berman (Russia-Svizzera) www.pavelberman.com, il violista Zvi Carmeli (Israele) http://zvicarmeli.com, il violoncellista Romain Garioud (Svizzera) http://romain-garioud.com, il cantante lirico Erkki Alste (Finlandia) www.opera-connection.com, il direttore d’orchestra Vilppu Kiljunen (Finlandia) www.vilppukiljunen.fi, il clarinettista Antonio Tinelli (Italia-Svizzera) www.antoniotinelli.com, la flautista Rita D’Arcangelo (Italia-Germania) www.ritadarcangelo.com, lo stesso pianista Giuliano Mazzoccante, il sassofonista Gaetano Di Bacco (Italia) www.gaetanodibacco.it, il pianista Ugo D’Orazio  (Italia-Germania).  In caso di pioggia i concerti si terranno presso il Museo “C. Barbella”.

“L’obiettivo primario della manifestazione”, spiega il primo cittadino, “è quello di attirare l’attenzione sulla città di Chieti, sulle sue numerose chiese, i Musei, l’Università, i palazzi antichi di assoluto valore architettonico, il Teatro Marrucino. Circa 70 musicisti provenienti da tutta Italia e da ogni parte del mondo vivranno l’esperienza di scoperta della Città antica attraverso visite guidate organizzate specificatamente per loro ma aperte anche a tutti coloro che vorranno aderire alle varie iniziative che verranno proposte giornalmente. Ogni giorno, ad ogni ora, fino ai concerti serali, i partecipanti alle Masterclass saranno coinvolti nelle lezioni con docenti di chiara fama e coloro che lo vorranno (anche curiosi e turisti) potranno assistervi attraverso una registrazione ufficiale presso la segreteria di Artensemble ed il rilascio di un Pass (Guest). La formazione artistica e culturale dei partecipanti, così intesa come nel progetto Chieti Classica, costituisce una offerta di assoluto rilievo internazionale con musicisti presenti in festival consolidati europei, asiatici e americani”.

“Il progetto”, chiosa il maestro Giuliano Mazzoccante, “è quello di “portare il mondo” a Chieti e in Abruzzo, per “riportare Chieti e l’Abruzzo nel mondo” attraverso la memoria di qualcosa di unico e sensazionale che non lasci indifferente nessuno, soprattutto i turisti che avranno la fortuna di essere presenti nei giorni del Festival. Chieti Classica è un’intera città che RiSuona di armonia, bellezza, storia, arte, cultura, sapori, accoglienza, tutti aspetti di un’unica identità, quella del cittadino abruzzese, forte e gentile, sia in Italia che nel mondo”.