The news is by your side.

Chiude punto nascita ad Atri, nuove sale parto ad Ortona con area puerperio

Teramo. Venerdì, alle 10, verranno inaugurate le nuove Sale Parto e la nuova sezione di Puerperio e Neonatologia dell’Ospedale “G. Mazzini” di Teramo, alla presenza dell’assessore alla Sanità della Regione Abruzzo Silvio Paolucci, che taglierà il nastro insieme al direttore generale della Asl di Teramo Roberto Fagnano. ostetriciaIl restyling del Reparto di Ostetricia e Ginecologia ha moltiplicato le Sale Parto che passano da una a tre, indipendenti tra loro, e dove le mamme che hanno appena partorito potranno restare a lungo con il proprio bambino e i famigliari più stretti; ha creato ex novo un’intera ala dedicata al Puerperio che consentirà il rooming-in totale, cioè le mamme avranno la culletta con il proprio bimbo vicino, 24 ore su 24, e potranno accudirlo nella stanza; ha previsto sue “baby pit stop” negli atrii in cui si affaccia il Reparto, che sono angoli dove le mamme, ma anche i papà, di passaggio per qualsiasi ragione in Ospedale, potranno fermarsi per allattare i propri figli e cambiargli il pannolino. “Tutto è pronto – dichiara Roberto Fagnano – anche per affrontare il maggior afflusso di pazienti previsto in concomitanza con la chiusura del punto nascita di Atri che, dal 1° novembre 2015, non potrà più ricoverare donne in gravidanza, non solo a termine, ma con qualunque patologia di tipo ostetrico (ad esempio, le donne con minacce d’aborto). Invitiamo perciò, dal 1° novembre, tutte le donne gravide a non recarsi presso il pronto soccorso dell’ospedale di Atri, ma presso gli Ospedali limitrofi dotati di Punto Nascita”.