The news is by your side.

Chiusura traforo del Gran Sasso, Alfonsi: bisogna tenere l’attenzione altissima, si rischiano danni enormi per il territorio

L’Aquila. Si è svolta questa mattina 17 maggio, la commissione viabilità presieduta dal consigliere, Gianluca Alfonsi, chiamata a deliberare avverso la decisione di chiusura del traforo del Gran Sasso d’Italia annunciata dal gestore della tratta, Autostrada dei Parchi S.p.a..

La commissione, alla quale erano presenti il vicepresidente della Provincia, Alberto Lamorgese, il consigliere, Roberto Giovagnorio, ha preso atto delle rassicuranti affermazioni del vicepresidente della concessionaria che gestisce le autostrade A24 e A25, Mauro Fabris, “alla luce di quanto emerso negli incontri dei giorni scorsi al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, e in Procura a Teramo” ma, afferma il presidente della commissione, Gianluca Alfonsi, l’attenzione resta altissima perché la chiusura del traforo comporterebbe, per l’intera Provincia dell’Aquila, danni ingenti e irreparabili al comparto economico e produttivo a un territorio già fortemente penalizzato dagli eventi sismici degli ultimi anni.

La commissione ha inoltre stabilito di impegnare il Presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso, a convocare un consiglio per ribadire la ferma contrarietà alla chiusura del traforo che comporterebbe, di fatto, un isolamento dei nostri territori dal resto della regione Abruzzo e dalle principali direttrici commerciali del corridoio Adriatico – Tirreno.

Il Presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso, ha accolto favorevolmente i lavori della commissione e auspica, per il futuro, una maggiore tutela del territorio e un potenziamento del sistema produttivo e infrastrutturale dell’intera provincia.