The news is by your side.

Clan dei Puca, nuovo sequestro dei beni per circa 700mila euro tra appartamenti e box

L’Aquila. Sequestro beni al clan Puca di Sant’Antimo, nel Napoletano, per circa 700mila euro. In esecuzione di un provvedimento della Sezione misure di prevenzione del tribunale di Napoli, a Pasquale Puca, 51 anni, detto “‘o minorenne”, ritenuto il capo della cosca dedita all’estorsione ai danni di imprenditori e commercianti, sono stati sottratti tra l’altro un’impresa individuale nel settore all’ingrosso di prodotti da forno e generi alimentari, un appartamento e un box, tutti con sede nella cittadina vesuviana. Già nell’aprile 2012, il capoclan fu destinatario di un carceredecreto di confisca relativo a immobili, diverse società, beni mobili registrati per un valore di circa 140 milioni di euro. Pasquale Puca e’ stato arrestato nel 2009 ed e’ attualmente detenuto all’ergastolo nel carcere dell’Aquila. Tra l’altro, gli e’ contestato, in concorso con altra persona, l’omicidio di Francesco Verde, detto “‘o negus”, e il tentato omicidio di Mario Verde, esponenti dell’omonimo clan nemico dei Puca.