The news is by your side.

Comunali Pescara, Sclocco: priorità a mare e fiume puliti, la nostra città dipende da loro

Pescara. Mare e Fiume puliti. Marinella Sclocco, candidata sindaco del centrosinistra, ne ha parlato questa mattina nel corso di una conferenza tenuta sul fiume Pescara con Rossella Muroni, deputata di Liberi e Uguali, e già presidente nazionale di Legambiente, per illustrare dal vivo come cambierà il volto di Pescara sotto il profilo dell’ambiente e della vivibilità. “Oggi parliamo di Pescara che dipende soprattutto dal suo fiume e dal suo mare per cui nella nostra città in cui sarò sindaco, sicuramente ci sarà una priorità assoluta per mare e fiume pulito.

Per questo oggi mostriamo con questa cartina quelli che abbiamo fatto, quando ero assessore i Regione e quello che faremo dopo il 26 maggio. Abbiamo 32 milioni di euro, in parte del Decreto Sblocca Italia e in parte del Ministero, intercettati dalle Regioni con cui interverremo su fiume e mare nella nostra città, perché così facendo parliamo di turismo, commercio e pesca.

Nel concreto con questi fondi, in parte già utilizzati per lavori già partiti, creeremo 9 vasche di prima pioggia che sono quelle vasche che serviranno ad evitare i riversamenti in mare, e gli sforamenti dei limiti, alle prime piogge che sono – ha spiegato la Sclocco – quelle che creano i divieti di balneazione che in alcune zone a Pescara arrivano dopo i tre giorni dalle prime piogge che sono quelle che sprecano e intasano. Questi lavori in parte amplieranno la capienza del depuratore e poi come detto creeranno 9 vasche cosiddette di prima pioggia per evitare i problemi che si vivono ogni estate.

Non solo perché per il lungofiume, che ha una vastità di 54 ettari, abbiamo pensato ad un piano particolareggiato, che metterà in campo il Comune in soli tre mesi, per omogeneizzare e rendere la zona fluviale appetibile per il turismo, attività ricreative e commerciali, con ormeggi, canoe, street food, grazie ad un accordo fra pubblico e privato e renderemo questa area fruibile, un po’ come era l’idea passata, e per far questo – ha detto ancora la candidata sindaco del centrosinistra – cercheremo di mettere mano all’area dell’ex cementificio dove ci sono due cose da fare: espropriare la zona e crearvi un parco e poi nell’area di fronte, nell’ex centro sportivo Milesi ricreare una zona da far vivere ai pescaresi. Sapete che è nostra intenzione fare un accordo con la proprietà e provare anche ad acquistare l’area dove creare luoghi fruibili per i giovani ma non solo”.

Infine Marinella Sclocco ha parlato anche del Prg: “Il Piano Regolatore Portuale ha visto la sua attuazione solo in parte con lo sfondamento della diga foranea, ma sulla stessa diga foranea vanno fatti altri lavori. Ci sono oggi le barriere soffolte ma bisogna che si prosegue in una deviazione del fiume, in modo che, ad ultimazione dei lavori possano migliorare anche i lavori di dragaggio, e dall’altra parte non portare più le acque sporche verso la zona di via Balilla dove ogni qual volta piove, ci sono divieti e superamenti dei limiti”.