The news is by your side.

Consiglio comunale convocato in orario lavorativo. La minoranza consiliare di Opi non ci sta e sollecita variazioni

Opi. “A pochi mesi ormai dalle elezioni amministrative, noi consiglieri di minoranza del Comune di Opi, appartenenti al gruppo politico Opi Bene Comune, rimaniamo sconcertati di come sia stato fissato “nuovamente” un Consiglio Comunale in un giorno feriale e ad un orario centrale della giornata (alle 15) in cui si è nel pieno dei propri impegni lavorativi”. Con questa nota si rappresenta la doglianza delle minoranze consiliari di Opi in merito agli orari di convocazione dell’assise.

“Vogliamo evidenziare ciò, poiché abbiamo più volte richiesto la convocazione dei Consigli Comunali in giorni e soprattutto in orari più consoni – tengono a sottolineare i consiglieri – per permettere sia ai consiglieri stessi, ma soprattutto ai cittadini di partecipare, ricevendo puntualmente sempre risposte negative. La partecipazione al Consiglio Comunale è di fondamentale importanza per la vita politica e civile di una comunità e a tal proposito abbiamo sempre ritenuto necessaria la richiesta di orari diversi per la convocazione dello stesso ma puntualmente i Consigli Comunali venivano fissati ad orari inusuali, alle 10 o alle 15, in giorni comunque centrali della settimana”.

“Appare evidente, altresì, che la politica e l’amministrazione della cosa pubblica nel nostro piccolo borgo, non si fondino sui principi della condivisione e del confronto reciproco, che porterebbero ad una crescita sociale, civile e culturale della comunità in cui viviamo. Ricordiamo infatti che da anni non assistiamo alla realizzazione di opere pubbliche, che questa estate non è stata organizzata nessuna manifestazione culturale dall’ente comunale e che vige una preoccupante situazione finanziaria”.