The news is by your side.

Consiglio Provinciale dell’Aquila, ecco tutti i provvedimenti che sono stati adottati nella seduta di oggi

Sono stati diversi i provvedimenti adottati dal Consiglio Provinciale dell’Aquila nella seduta di oggi. Una mozione approvata, proposta dai consiglieri Mauro Tirabassi e Fabio Ranalli, ha riguardato il progetto di centrale di compressione e metanodotto Snam tratto Sulmona-Foligno,  ha espresso ad unanimità contrarietà al progetto, impegnando il presidente della Provincia a verificare la fattibilità azioni legali di contrasto all’opera ed a finanziare un apposito studio sulla qualità dell’aria nelle aree interessate.

Un’altra mozione approvata, a firma del consigliere Vincenzo Calvisi, ha riguardato gli interventi sulla sede del liceo “Cotugno” dell’ Aquila: si prevede un intervento sulla sede attuale di miglioramento sismico, con avvio di appalto lavori nel 2018 sui corpi inagibili della sede di Pettino; contestualmente il consiglio provinciale si è espresso favorevolmente per la realizzazione di una nuova scuola, con fondi di circa 13 milioni di euro stanziati ex delibera48/2016 dal Cipe.

Altra mozione approvata, proposta dal consigliere Pierluigi Del Signore, sollecita la convocazione di un tavolo tra Provincia, Regione, Anas, Protezione Civile e Sindaci dell’Alto Aterno, al fine di programmare gli interventi urgenti sulla viabilità danneggiata nel cratere del sisma 2016, con priorità sulla SP 2 tratto Montereale-Campotosto. Il totale sugli interventi nel’Alto Aterno è stimato in circa 6,8 milioni di euro, di competenza del soggetto attuatore Anas.

Una ulteriore mozione, proposta dai consiglieri Vincenzo Calvisi e  Pierluigi Del Signore, ha riguardato la tutela dei lavoratori della società Euroservizi spa, società della Provincia da mettere in liquidazione nel 2018 per gli obblighi della legge Madia.

Infine sono stati approvati lo schema di convenzione per uso mezzi sgombraneve dei comuni, e la proroga della convenzione con l’Aci per la riscossione del’imposta provinciale di trascrizione nel 2018.

“Abbiamo lavorato sino all’ultimo giorno utile, nonostante le difficoltà del regime normativo della Legge del Rio che ci ha permesso piena operatività solo da ottobre, ovvero da quando si è approvato il bilancio 2017 – afferma il Presidente della Provincia Angelo Caruso – l’impegno prossimo sarà soprattutto sui fronti viabilità e scuole, unitamente alla riorganizzazione interna dell’ente, con l’auspicio che il nuovo parlamento dia un nuovo assetto normativo, sulla scorta delle maggiori risorse già previste nella manovra finanziaria destinate alle province, come sollecitato dall’Unione Province Italiane”.