The news is by your side.

Contrastare lo spreco alimentare in Abruzzo: ecco le politiche attuate da alcuni titolari di supermarket

Pescara. Mettere in vendita a prezzi super scontati i generi alimentari di prossima scadenza per evitare la loro distruzione. Si combatte anche così lo spreco alimentare. È ormai una prassi consolidata in tanti supermercati e centri commerciali abruzzesi dove sono sempre più gli angoli con le
offerte.

“Li mettiamo in offerta quando mancano dei giorni alla scadenza, perché altrimenti andrebbero poi
buttati perché per legge non possiamo neanche donarli alla Caritas come facciamo per altri prodotti”, ha spiegato  la titolare di due supermercati di Pescara, “e allora mettendoli in vendita a prezzi scontati, riusciamo a smaltirli in larga parte”.

Sulla stessa lunghezza d’onda i gestori di un ipermercato di Silvi . “La nostra politica da tempo ci vede impegnati in queste politiche. In vari periodi dell’anno, oltre a mettere in sconto prodotti vicini
alla scadenza, creiamo degli angolini con prodotti che vendiamo a 50 centesimi e un euro, con riscontri che sono sicuramente positivi”. Tra i prodotti in vendita con sconti che possono arrivare fino al 70%, ci sono i freschi come yogurt, salumi e prodotti da frigo, ma anche pasticceria secca.

Anche a Montesilvano, in più di un supermercato, è ormai prassi consolidata mettere in saldo i prodotti da vendere entro pochi giorni. Per le eccedenze poi donare alla Caritas o altri enti è divenuta ormai una consuetudine, considerando che anche in Abruzzo crescono sempre più i nuovi poveri.