The news is by your side.

Coronavirus Abruzzo: in 7 giorni +93% di casi, Pescara maglia nera (+45,19%). Segue Teramo +26,83%, Chieti +20,21%, L’Aquila +7,7%

Pescara. È entrata nella fase cruciale l’emergenza Coronavirus in Abruzzo, l’allerta è ancora alta e dai test eseguiti dai laboratori regionali di riferimento ancora arrivano dati impietosi: il totale dei casi sale a 1133 e rispetto a ieri si registra ancora un aumento di 116 pari all’11.40%. L’andamento della curva di crescita, registra negli ultimi sette giorni, quando si contavano 587 casi totali un aumento del 93%. Nella giornata di ieri anche il numero degli attualmente positivi ha infranto inesorabilmente la soglia dei mille, frenandosi a 1027(+11%) con una crescita esponenziale di +81 casi in isolamento domiciliare attivo.

La Situazione in Abruzzo – Sono 381 (+5.8%) i pazienti ospedalizzati; di questi 311 sono ricoverati e 70(-1.4) in terapia intensiva e più nello specifico: 13 in provincia dell’Aquila, 12 in provincia di Chieti, 33 in provincia di Pescara e 12 in provincia di Teramo, mentre gli altri 646(+14.3) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl di riferimento. A questi vanno aggiunti i deceduti e i guariti. Del totale dei casi positivi, 88, il 7,7%, si riferiscono alla Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, 229, il 20,21%, alla Asl Lanciano-Vasto-Chieti, 512, pari al 45,19%, alla Asl di Pescara e 304, il 26,83%, alla Asl di Teramo.

La mappa nei nuovi contagi – Dei 116 casi positivi al Covid 19 registrati ieri, 13 fanno riferimento alla Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, 40 alla Asl Lanciano-Vasto-Chieti, 36 alla Asl di Pescara e 27 alla Asl di Teramo.

 I Tamponi processati. Potrebbero subire una netta accelerazione i tamponi quotidiani processati in quanto l’Istituto zooprofilattico sperimentale di Teramo “G. Caporale” aumenterà la capacità di elaborazione dei dati sui test, arrivando ad esaminare 550 campioni al giorno, a fronte dei 140 che mediamente vengono  effettuati, a cui vanno aggiunti, ovviamente, anche quelli analizzati nel laboratorio di riferimento regionale di Pescara. Dall’inizio dell’emergenza, intanto, sono stati eseguiti complessivamente 7003(14.6%) test, di cui 4007 sono risultati negativi. La differenza tra il numero dei test eseguiti e gli esiti, è legato al fatto che più test vengono effettuati sullo stesso paziente. Nel totale viene considerato anche il numero degli esami presi in carico e tuttora in corso. La differenza sul giorno precedente è di 894(+14.6%) tamponi esaminati.

Mortalità – Sono 76(6.71%) i pazienti deceduti dall’inizio dell’emergenza, 3 della provincia dell’Aquila, 16 in quelle di Teramo, 35 a Pescara e 22 in quella di Chieti, di questi 8(+11.8%) nella giornata di ieri. 23 sono invece i pazienti clinicamente guariti quelli cioè che da sintomatici con manifestazioni cliniche associate al Covid 19, sono diventati asintomatici e 7 i guariti che hanno, di fatto, risolto i sintomi dell’infezione e sono risultati negativi in due test.

In attesa del Vaccino – L’Agenzia italiana del farmaco, si apprende da un comunicato stampa, in attesa del vaccino, al quale si lavora in vari Paesi su 44 diversi progetti, ha autorizzato tre nuove sperimentazioni cliniche su farmaci per il trattamento della malattia Covid-19. Nello specifico parliamo di uno studio su due farmaci biologici (emapalumab e anakinra), uno su un farmaco già in uso per l’artrite reumatoide (sarilumab) e un altro con il farmaco tocilizumab, anch’esso in uso per l’artrite, in casi precoci e gravi.