The news is by your side.

Coronavirus Abruzzo: registrati 662 nuovi casi e 16 decessi

100 nuovi casi a L'Aquila, 49 in area metropolitana

L’Aquila. Sono 662 i nuovi casi di coronavirus accertati nelle ultime ore in Abruzzo.

Sono emersi dall’analisi di 4.223 tamponi: è risultato positivo il 15,68% dei campioni analizzati. Si registrano anche 16 decessi recenti: il bilancio delle vittime sale a 644. Aumentano rapidamente gli attualmente positivi al virus, che sfiorano quota undicimila, e di conseguenza cresce il numero dei ricoveri: in ospedale ci sono 597 pazienti, 21 più di ieri.

Dei nuovi casi, 392, cioè il 59,21%, sono riferiti a tracciamenti di focolai già noti. I nuovi positivi hanno età compresa tra 8 mesi e 99 anni. Quelli con età inferiore ai 19 anni sono 93: di cui 28 in provincia dell’Aquila, 13 in provincia di Pescara, 23 in provincia di Chieti, 29 in provincia di Teramo. I decessi riguardano pazienti di età compresa tra 60 e 100 anni: sette in provincia di Chieti, sei in provincia dell’Aquila e tre in provincia di Teramo.

Gli attualmente positivi al virus sono 522 in più e arrivano a quota 10.950: 546 pazienti (+16 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva e 51 (+5) in terapia intensiva, mentre gli altri 10.353 (+501) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. . I guariti sono 4.956 (+124).

E’ ancora una volta L’Aquila la località abruzzese con più nuovi casi di coronavirus: sono cento i contagi accertati nelle ultime 24 ore. Il totale dal primo novembre a oggi è di 635 casi. Vale a dire che quasi l’1% della popolazione ha contratto il virus solo negli ultimi undici giorni. Una cinquantina i nuovi casi nell’area metropolitana, di cui 31 a Pescara e 18 a Montesilvano: nelle due città i contagi dall’inizio del mese ad oggi sono 433.

Tra i comuni con più contagi accertati nelle ultime 24 ore ci sono anche Atri (37), Avezzano (30) e Montorio (29). Venticinque i nuovi casi a Teramo e 21 a Chieti. Del totale dei 16.550 casi abruzzesi, 5.064 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+261 rispetto a ieri), 3.227 in provincia di Chieti (+121), 3.632 in provincia di Pescara (+98), 4.299 in provincia di Teramo (+190), 160 fuori
regione (+7) e 168 (-15) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.