The news is by your side.

Coronavirus e Natale, D’Eramo (Lega) su nuovo Dpcm: restrizioni prive di diligenza

L’Aquila. “Le restrizioni contenute nel Dpcm di Natale, comunicato a reti unificate nel pieno rispetto del cliché Pd-5S, sono prive della diligenza del buon padre di famiglia. Un principio completamente ignorato da Conte che si professa, a parole, a favore del popolo ma che in realtà seguita a creare disguidi e confusione”: è quanto afferma Luigi D’Eramo, deputato e segretario regionale della Lega, in merito alle nuove restrizioni contenute nel Dpcm in vista delle feste natalizie.

“Va bene il rigore per tutelare la salute dei cittadini che è la priorità assoluta”, precisa l’esponente regionale del partito di Matteo Salvini, “ma deve essere commisurato a norme di buon senso, al contrario si ravvisano delle palesi disparità di trattamento tra chi abita in una grande città e la maggior parte  di italiani che vivono in piccoli centri: a ciò si aggiunga il divieto di spostamenti tra diversi Comuni il giorno di Natale”.

“Basti pensare che l’Abruzzo, 305 Comuni, conta 1 milione 312mila abitanti mentre la sola città di Roma ha quasi 3 milioni di residenti, da qui si evince l’impotenza di fuoco sganciata da Conte & co. Il centrodestra presenterà una mozione urgente”, conclude D’Eramo, “che impegni il governo a garantire spostamenti per raggiungere i propri cari anche a Natale”.