The news is by your side.

Coronavirus: escalation di morti al Don Orione (+2), 6 in poche ore. Sale a 9 il bilancio decessi

Maria Zaurrini e Vincenza Ruscitti

Avezzano. E’  drammatica la situazione alla Rsa Don Orione di Avezzano. Altre due i morti nella notte. Una è la maestra Maria Zaurrini originaria di Celano. E’ solo l’ultimo dei decessi registrati nel giro di 24 ore.

“Avevo ricevuto la settimana scorsa la notizia della sua positività al covid19 all’interno dell’Istituto Don Orione dove era ricoverata da circa due anni, da allora nostro malgrado non eravamo riusciti più ad avere notizie”, ha commentato il sindaco di Celano Settimio Santilli, “con Maria Zaurrini avevo condiviso tante iniziative in onore del suo compianto e tanto amato marito Italo Mascitti, dalla piazzetta all’Aia dedicata a lui, al museo di reperti storici e archeologici, di arte sacra e profana di Santa Maria Valleverde inaugurato con Padre Osvaldo Lemme. Donna tanto energica e volitiva era sempre propensa a intraprendere con grande entusiasmo iniziative culturali mai banali per Celano, per le quali si spendeva senza mai risparmiarsi”.

Altre  4 morti, tutte donne, si erano avute nella giornata di ieri. Anziane morte a causa del covid con patologie pregresse. Una si trovava ricoverata all’ospedale di Avezzano e le altre erano all’interno della struttura: Nina Del Pico, 85 anni, originaria di Lecce nei Marsi, ma residente da anni ad Avezzano, Clelia Pellegrini, 89 anni, di Ortona dei Marsi, Tuzi Michelina, 92 anni, di Balsorano, Vincenza Ruscitti, 93 anni, di Antrosano, frazione di Avezzano. A Don Orione Sono giorni drammatici. Si lotta nella cura dei pazienti colpiti dal virus ma anche per la salvaguardia di quelli che sono stati isolati e che sono risultati negativi. Gli attualmente positivi alla residenza per anziani scendono a 93 mentre i ricoverati in ospedale sono 12.