The news is by your side.

Coronavirus, in Abruzzo quattro studenti in sorveglianza per l’epidemia

Si tratta di due cinesi e due italiani, 19 hanno concluso

Tourists, wearing masks, walk around the Tiananmen Square in Beijing, China on January 28, 2020. An outbreak of respiratory illness caused by a novel coronavirus that was first detected in Wuhan City, Hubei Province, China continues to expand. It was said that a total approximately 3 billion Chinese people travel and visit both in China and abroad during China’s Lunar New Year holiday, however, according to Renmin Ribao, China decided to prohibit the group tour to go abroad from January 27th. ( The Yomiuri Shimbun via AP Images )

L’Aquila. Quattro le persone tuttora in sorveglianza in Abruzzo per l’epidemia da Coronavirus: si tratta di quattro studenti, due cinesi nel pescarese e due italiani nell’aquilano, di recente rientrati dalla Cina. Nel complesso, a livello regionale, oltre ai casi ancora in corso, la sorveglianza ha riguardato altre 19 persone, per cui si è concluso l’isolamento domiciliare di 14 giorni: due alla Asl dell’Aquila, tre a quella di Chieti, dodici alla Asl di Pescara e quattro alla Asl di Teramo.

Solo in due casi, vista l’insorgenza di sintomi, è stato eseguito il test specifico da Coronavirus, che ha dato esito negativo. È quanto emerso da una conferenza stampa che si è svolta alla Regione Abruzzo per fare il punto sull’emergenza Coronavirus.