The news is by your side.

Coronavirus, l’appello di Schael agli albergatori: servono stanze per il personale sanitario

Chieti. Un appello ai proprietari di strutture alberghiere e residenziali affinché mettano alcune stanze gratuitamente a disposizione degli operatori degli ospedali di Chieti e Atessa che si occupano di assistenza ai pazienti Covid-19. L’appello arriva dal direttore generale dell’Asl Lanciano Vasto Chieti, Thomas Schael, che chiede “un diverso slancio di generosità a una categoria particolare, quella degli albergatori. Gli operatori, sia medici sia infermieri, destinati agli ospedali Covid di Chieti e Atessa, accettano l’incarico con grande senso del dovere e della professione, manifestando, al tempo stesso, preoccupazione per le famiglie. Il desiderio, quindi, sarebbe di autoisolarsi e trovare una sistemazione diversa, evitando di rientrare a fine turno nel proprio domicilio, così da preservare i propri congiunti da possibili rischi di contrarre il virus” spiega Schael.

“Una richiesta comprensibile che la Asl non è in condizione di soddisfare, a malincuore, e senza margine alcuno per trovare soluzioni possibili, visto che non può farsi carico dell’onere di una sistemazione alberghiera, così come non possono farlo i diretti interessati per le stesse ragioni di ordine economico” afferma il direttore. Accanto ad attestazioni di solidarietà da parte di cittadini, imprese, gruppi commerciali, ordini professionali, associazioni e anche dal mondo dello sport, “mettere a disposizione alcune stanze sarebbe un gesto di solidarietà concreto, come i tanti che riceviamo finalizzati a sostenere i nostri ospedali. Se qualcuno di buona volontà si farà avanti, anche tramite Federalberghi, per offrire ospitalità al nostro personale a fine turno, compirà una buona azione, non per i singoli operatori, ma per il bene collettivo” conclude Schael.