The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Coronavirus, l’onorevole Corneli (M5S): misure eccezionali del governo contro l’emergenza

Teramo. Sull’emergenza Coronavirus interviene anche l’onorevole Valentina Corneli (M5S), deputata originaria di Giulianova. “Apprendo” afferma Corneli “che l’istituto Spallanzani di Roma ha confermato la positività al Coronavirus del paziente brianzolo che si trovava sul territorio di Roseto, che comunque è in condizioni per nulla preoccupanti. In questo momento di comprensibile ansia, quale rappresentante delle istituzioni, desidero rivolgermi alla comunità rosetana e abruzzese per invitare alla calma e ribadire con forza, ove ce ne fosse bisogno, che le autorità civili e sanitarie hanno messo in atto tutte le procedure per affrontare l’eventuale emergenza”.

“Pertanto” continua l’onorevole Corneli “mi sento di confermare che il caso risulta al momento del tutto isolato e che non v’è alcun focolaio endogeno nella regione, anche perché il nostro sistema sanitario (pubblico), che va in ogni modo preservato e salvaguardato, ha risposto con solerzia in questa fase delicata, a differenza di altre regioni, in cui la sanità è ormai diventata un business e dove, purtroppo, i limiti di questa scelta sono emersi”.

“L’occasione è gradita per esprimere la mia più profonda riconoscenza al personale sanitario, agli scienziati, alle forze dell’ordine, della protezione civile e ai volontari che in questi giorni, sul territorio nazionale e in Abruzzo, hanno messo in campo tutta la propria competenza e generosità” prosegue Corneli. “Il governo, nel frattempo, sta lavorando a delle misure eccezionali a sostegno dell’economia e delle produzioni colpite negativamente da questa emergenza sanitaria. Intanto si è provveduto alla sospensione dei mutui, approvata ieri da cassa depositi e prestiti, misura volta a favorire il superamento dello stato di emergenza negli enti locali colpiti dal virus, ma che riguarda anche noi, essendo stata estesa alle aree colpite dai terremoti del 2012 in Emilia-Romagna, Veneto e Lombardia, e del 2016 e 2017 Lazio, Abruzzo, Marche e Umbria”.

“Inoltre, come governo, stiamo lavorando a degli interventi ad hoc per sostenere il turismo, sperando che la Regione Abruzzo collabori, perché non possiamo permettere che la prossima stagione estiva venga completamente compromessa. Abbiamo pagato un prezzo troppo alto a causa dello sciacallaggio che si è fatto su questa vicenda, ma sono certa che da ora in poi prevarrà il buon senso, l’umanità e la solidarietà, e tutti insieme dimostreremo come siamo in grado di affrontare le difficoltà e rialzarci più forti di prima” conclude Corneli.