The news is by your side.

Coronavirus, Marsilio: ministero riconosca zona gialla all’Abruzzo, i dati ci premiano

Il governatore di FdI: "no a applicazione burocratica norma"

L’Aquila. “La cura a cui abbiamo sottoposto la nostra regione è pienamente riuscita e credo che il ministero farebbe bene a riconoscere all’Abruzzo la collocazione in zona gialla, derogando dall’applicazione burocratica e letterale di una norma che non sono le tavole della legge”. Lo afferma il governatore dell’Abruzzo, Marco Marsilio, alla luce degli ultimi dati sull’emergenza sanitaria.

“Attendiamo la decisione del ministro rispetto a quanto avvenuto nella Cabina di regia”, aggiunge, “ho più volte pressato il ministro, ho anche scritto una lettera formale questa mattina in cui, riassumendo i dati, dimostriamo come l’Abruzzo sia in una situazione pienamente compatibile con l’area gialla ormai da giorni. Nelle ore successive sono arrivati dati ulteriormente confortanti: ormai siamo al 22% di occupazione dei posti letto di terapia intensiva, molto al di sotto del margine di sicurezza e con un trend in diminuzione. Già dall’altroieri siamo tra le cinque regioni migliori sotto questo profilo”.

Il governatore auspica il passaggio in zona gialla “a prescindere dalle decisioni che il Consiglio dei ministri sta per intraprendere su ciò che accadrà dal 24 dicembre in poi”.