The news is by your side.

Coronavirus, morto ispettore di polizia penitenziaria. I sindacati in coro: è una strage silenziosa

Lanciano. Nella giornata di ieri è morto per covid un ispettore di polizia penitenziaria di 59 anni di origini pugliesi di stanza presso la Casa Circondariale di Lanciano. La notizia arriva per voce dei segretari regionali delle organizzazioni sindacali di Comparto (Sappe, Osapp, Uil Pa, Uspp, Fns Cisl e Fp Cgil) che esprimono piena ed incondizionata vicinanza e cordoglio.

“Una strage silenziosa ed amara – chiosano i sindacalisti – che continua a piegare il nostro Paese e preoccupa tanto gli Istituti Penitenziari, vista l’escalation di contagi accertati all’interno delle carceri – non di meno quelli che insistono nella Regione Abruzzo. Lo scorso 4 gennaio, le compagini sindacali ebbero ad indire lo stato di agitazione, chiedendo attività preventive per prevenire ulteriori contagi (visto gli episodi di Sulmona e Lanciano) e considerato gli affanni organizzativi e logistici legati all’emergenza”.