The news is by your side.

Coronavirus, nasce in Abruzzo la prima “stanza dell’abbraccio”: allestita in una struttura per anziani

Rocca di Mezzo. Nella casa di riposo di Rocca di Mezzo nasce, prima in Abruzzo, “la stanza dell’abbraccio”. A darne notizia è il sindaco Mauro Di Ciccio, che contestualmente ha annunciato anche di essere guarito dal Coronavirus.

“Una notizia particolarmente piacevole”, ha scritto in una nota il primo cittadino, “è l’allestimento nella struttura del nostro paese, primo in Abruzzo, della ‘stanza dell’abbraccio’. Si tratta di due stanze in plexiglass sigillate ermeticamente anti contagio da Covid-19, in cui le persone ricoverate all’interno della struttura possono finalmente riabbracciare i loro cari, che rimangono così separati e protetti dal rischio di contagio. Permettere agli ospiti e ai loro familiari di avere un contatto fisico in piena sicurezza, una carezza, un bacio e un abbraccio, sono gesti apparentemente semplici ma fondamentali per la tenuta emotiva di questa fascia di popolazione più fragile ed esposta ai rischi”.

Il sindaco Di Ciccio fa sapere anche che “i buoni risultati che si registrano a livello nazionale trovano conferma anche nel nostro Comune”.

La direzione della casa di riposo mi ha informato sul fatto che dei venti ospiti presenti nella struttura, otto sono diventati negativi, cinque hanno avuto un tampone “Dubbio” e quindi dovranno ripetere il prelievo e sette sono ancora positivi ma senza sintomi febbrili.

Per quanto riguarda i dati che riguardano tutta la popolazione di Rocca di Mezzo i positivi tra residenti e domiciliati sono nove, di cui tre si trovano in strutture ospedaliere o case di riposo esterne.

Domani, 10 dicembre, inoltre, si terrà in paese dalle 15 alle 19, l’ultima giornata di screening di massa voluta dalla Regione Abruzzo.

I test riferiti allo scorso 7 dicembre sono stati 190, tutti negativi. Il sindaco Di Ciccio ha poi ringraziato tutte le persone che in questo periodo gli sono state vicine e ha comunicato il suo rientro nella negatività dal virus, invitando i cittadini alla massima prudenza e a atteggiamenti responsabili nei confronti del contagio.

foto dal web