The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Coronavirus, termina la quarantena per la prima teatina positiva al virus

Il racconto del medico che l'ha seguita

Chieti. Termina oggi i 14 giorni sotto osservazione la prima chietina andata in quarantena. Si tratta di una ventisettenne che aveva viaggiato sull’autobus al fianco della sorella del professore di Lanciano residente a Chieti e positiva al Covid-19 come il fratello. “Quando il 29 febbraio la ragazza si è rivolta a me in quanto mia paziente”, racconta Bruno Di Iorio, medico di base teatino, “aveva il forte dubbio di essere stata contagiata. Immediatamente ho segnalato il caso attivando il protocollo Sieps -servizio igiene epidemiologia pubblica salute- il primo marzo. Il secondo e terzo caso di teatini andati in quarantena sono stati sempre pazienti di Di Iorio. Si trattava del cugino – e sua moglie- dell’uomo di Manoppello risultato positivo al test Covid19 successivamente ricoverato il 7 marzo in isolamento all’ospedale di Pescara con una sindrome respiratoria.

“L’8 marzo sono stati messi in quarantena due coniugi di Chieti su mia segnalazione: non appena mi hanno contattato il 7 sera raccontandomi di aver pranzato una settimana prima a casa dell’uomo di Manoppello risultato il positivo al coronavirus, ho attivato anche per loro il protocollo Sieps perchè noi medici possiamo solo segnalare, ma non mettere noi in quarantena i casi sospetti “.  Ad oggi i primi tre teatini andati in quarantena non hanno sviluppato sintomi e per questo motivo non si è reso necessario fare il tampone.