The news is by your side.

Coronavirus: via libera da Aifa al vaccino Pfizer-Biontech

Via libera dall’Agenzia italiana del Farmaco (Aifa) all’immissione in commercio del vaccino anti-Covid delle aziende Pfizer-Biontech. L’annuncio in una conferenza stampa alla presenza del presidente, Giorgio Palù, e del direttore generale Nicola Magrini. “Il vaccino è approvato per tutta la popolazione sopra i 16 anni e non ha controindicazioni assolute. Non sono richieste accortezze particolari per sottopopolazioni specifiche né per anziani o immunodepressi, inclusi chi ha problemi di coagulazione del sangue o sanguinamento. Anche per la gravidanza e allattamento, che si era detto potessero essere controindicazioni assolute, non lo sono, perché anche in questo caso i benefici superano i rischi”. A spiegarlo è stato Nicola Magrini, direttore generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa), durante la conferenza stampa sui vaccini contro il Covid-19. Programmi di farmacovigilanza attiva con richiamo dei pazienti ed sms nel corso del 2021 con capacità di analisi a 3, 6 e 9 mesi per capire la risposta immunitaria nella popolazione italiana. Lo ha riferito il dg dell’Aifa, Nicola Magrini rispondendo a una domanda sulla farmacosorveglianza in merito al vaccino Pfizer-Biontech.

“Oggi è disponibile un vaccino con un margine di sicurezza elevatissimo, intorno al 95%”. Lo ha detto il presidente dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), Giorgio Palù, nella conferenza stampa che sancisce il via libera all’autorizzazione al vaccino Pfizer-Biontech. Una percentuale di sicurezza che
si trova solo nei vaccini del morbillo e della rosolia. “Avessimo vaccini con questa efficacia”, ha infine
sottolineato rispondendo a una domanda sul 5% che resta fuori. “Il 100% in natura non esiste”. “La piattaforma a mRna è facilmente modulabile e, nel caso il virus dovesse evolvere in maniera tale da superare le difese immunitarie, ha un vantaggio rispetto alle piattaforme tradizionali con virus vivo o ucciso o basate su proteine ricombinanti. E’ infatti una piattaforma che permette di essere modulata e costituirà la base per futuri vaccini, non solo in ambito infettivologico, ma anche anticancro”. Lo ha
spiegato Giorgio Palù, presidente dell’Aifa, durante la conferenza stampa sui vaccini contro il Covid-19, in merito alla possibilità di aggiornamento del vaccino in funzione delle mutazioni di Sars-Cov-2.

“L’ Aifa, Agenzia Italiana del Farmaco, ha appena dato l’ok al vaccino Pfizer Biontech dopo l’approvazione di Ema a livello europeo. Il 27 Dicembre, in tutte le regioni italiane, inizieranno
le prime vaccinazioni al personale sanitario e agli anziani delle Rsa. È ancora dura, ma ora abbiamo un’arma in più”, lo scrive il ministro della Salute Roberto Speranza in un post su Facebook.