The news is by your side.
10M

Cosa fare a Pasqua e Pasquetta in Abruzzo, anche con la pioggia: tutte le proposte dalla costa alle montagne

L’Aquila. Con le vacanze pasquali arriva, inesorabile, anche la fatidica domanda: cosa fare per Pasquetta?

E così noi di Abruzzolive, muniti di cartina geografica, abbiamo cercato per voi i luoghi più interessanti della nostra regione, luoghi affascinanti e magici, dove potrete trascorrere dei momenti indimenticabili grazie a delle escursioni nel verde dell’Abruzzo.

Tra gli Eremi e i Castelli, che giganteggiano sulla nostra regione, i più interessanti sono sicuramente l’eremo di Sant’Onofrio al Morrone, nei pressi di Sulmona, dove Papa Celestino V trascorse gran parte della propria vita fino all’elezione al Papato; l’eremo di Santo Spirito a Majella, in località Roccamorice, citato dal Petrarca nel “De vita solitaria” e definito “uno dei luoghi più adatti all’ascesi spirituale”; l’eremo di San Giovanni all’Orfento, situato nel Parco Nazionale della Majella presso la splendida cornice di Caramanico Terme, dove per accedervi si deve passare attraverso una scalinata di venti gradini che, date le dimensioni ridotte, costringe il visitatore ad avanzare a carponi. Tra i castelli invece, fantastiche strutture militari, spiccano per bellezza e importanza quello di Rocca Calascio, con le sue forme perfettamente simmetriche che, unite alla sua posizione dominante sulla vallata sottostante, restituisce un panorama mozzafiato. Nella Marsica, invece, eccellono il Castello Orsini di Avezzano e i Castelli della famiglia Piccolomini a Celano, Balsorano e Ortucchio. Nella provincia di Chieti possiamo ammirare il Castello Ducale di Crecchio, il Castello Aragonese di Ortona, il Castello Medioevale di Palmoli e il Castello Caldoresco di Vasto (giusto per nominarne alcuni). Nel fantastico borgo di Barrea si può visitare l’omonimo castello, datato XI / XII sec, che domina l’intera valle. In molte di queste strutture sono presenti ali adibite a musei, sale multimediali ed esposizioni di autentici pezzi e rarità archeologiche. Questi luoghi sono una tappa obbligatoria per chi vuole dedicarsi al turismo religioso e culturale.

Per chi, invece, preferisce le gite all’aperto, fortunatamente l’Abruzzo è un vero e proprio polmone verde per l’Italia, con i suoi Parchi Nazionali e le suggestive attrazioni naturali. Se volete organizzare un pranzo all’aperto con gli amici, o una notte in tenda a stretto contatto con la natura, non c’è niente di meglio di una gita in riva a un lago. In Abruzzo, incastonati come preziosi diamanti tra le vette più alte dell’Appennino, vi sono numerose perle, tra cui il lago di Scanno, conosciuto anche come “Il cuore d’Abruzzo” per via della sua forma del tutto particolare, che si trova a circa 930 slm ed è tra i più amati dagli abruzzesi. Situato nella Valle del Sagittario, vi si arriva percorrendo una strada ricavata tra le montagne che ne rende il tragitto realmente fantastico. A poca distanza si trova il lago di San Domenico (nei cui pressi è ubicato l’omonimo eremo), bacino artificiale creato dallo sbarramento del fiume Sagittario all’altezza del borgo di Villalago. Qui confluiscono anche piccoli affluenti come le cascatelle della sorgente Sega e il fiumiciattolo di Prato Cardoso. Nel Parco Nazionale d’Abruzzo troviamo il lago di Barrea, lungo 5 km e largo circa 500 m, su cui affacciano Barrea, Villetta Barrea e Civitella Alfedena, considerati alcuni dei borghi più affascinanti del centro Italia. Non di rado, attraverso le deliziose vie di questi paesetti, si possono incontrare orsi e, soprattutto, cervi, perfettamente in sintonia con gli abitanti del posto che si prendono amorevolmente cura di loro. L’altopiano di Campo Imperatore, alle spalle del Gran Sasso, definito anche il “Piccolo Tibet”, è caratterizzato dalla presenza di piccoli specchi d’acqua naturali, alcuni perenni, altri di breve vita stagionale legata allo sciogliersi delle nevi invernali. Tra questi laghi, il più celebre è quello di Pietranzoni, lo specchio del Gran Sasso, con acque gelide e movimentate. La scelta è ampia, per cui, siete pronti a partire?

Se l’Abruzzo è la “Regione più verde d’Europa” il motivo è da ricercarsi nella presenza dei tre Parchi Nazionali e di trentotto aree protette che, di fatto, rappresentano poco più del 60% della superficie totale; in proporzione, la più alta del vecchio continente. Il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, il Parco Nazionale della Majella, il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, oltre al Parco regionale naturale del Sirente – Velino e l’Area marina protetta Torre del Cerrano, sono luoghi incantati e spesso, fortunatamente, ancora incontaminati. Qui potrete rilassarvi attraverso lunghe passeggiate, a piedi o in mountain bike, trovare ristoro nelle numerose aree attrezzate per turisti e famiglie, o decidere di dedicarvi a numerose attività sportive e culturali. Inoltre, nonostante la stagione delle nevi volga alla conclusione, gli attrezzatissimi impianti sciistici di Ovindoli sono pronti ad accogliervi a braccia aperte. Chi, invece, alle temperature rigide della montagna preferisce quelle più alte delle spiagge e del mare, può recarsi sulla costa per prendere la così detta “tintarella”, fare un giro al largo con un pedalò, rilassarsi sotto l’ombrellone o, più semplicemente, assaggiare una prelibata ricetta a base di pesce.

Proprio la cucina abruzzese, sinonimo di qualità assoluta, potrà cullarvi in questa indimenticabile Pasquetta Dovunque deciderete di alloggiare, pranzare, cenare, o anche solo fermarvi per uno spuntino, sappiate che resterete ampiamente soddisfatti dalla varietà della proposta culinaria. Spaghettini alla chitarra, timballo di scrippelle, sagne e fagioli e la polenta abruzzese, sono alcuni dei primi piatti più apprezzati. L’agnello “cacio e uovo”, le mazzarelle, i famosissimi arrosticini di pecora, la pecora alla callara, la lepre o la porchetta, sono i secondi piatti di carne più ambiti ma, se siete amanti del pesce, vi innamorerete della misticanza, dell’insalata di calamari o del brodo di pesce, mentre per contorno potrete provare le zucchine a scapece, le patate maritate, la cipollata e i piselli al guanciale. Il tutto condito con la grandissima ospitalità degli abruzzesi che, ne siamo certi, vi faranno sentire come a casa vostra.

Infine, per gli amanti dell’arte e dei musei, sono state disposte dell aperture straordinarie, per le mostre e gli eventi nei luoghi della cultura del Polo museale dell’Abruzzo.

L’AQUILA – MuNDA – Museo Nazionale d’Abruzzo – Borgo Rivera – Vicino stazione F.S. – parcheggio gratuito. Orario: 8.30/19.30, tel. 0862.28420/ 3355964661. Biglietto 4 €, ridotto 2 €. Aperto tutti i giorni compreso Pasqua, Pasquetta, 25 aprile, 1 maggio e ingresso gratuito lunedì 29 aprile per la Giornata Internazionale della Danza.

In corso la mostra “San Sebastiano – la seduzione dell’arte e della poesia” capolavori rinascimentali di Silvestro dell’Aquila e Saturnino Gatti, la magia dei versi di Gabriele d’Annunzio per “Le martyre de Saint Sébastian”. A cura di Lucia Arbace.

CELANO – Museo d’Arte Sacra della Marsica – Castello Piccolomini orario 8.30/19.30 www.museodellamarsica.beniculturali.it – Biglietto intero 4 €, ridotto 2 €. tel. 0863.792922.

Aperto tutti i giorni compreso Pasqua, Pasquetta, 25 aprile, I maggio e ingresso gratuito lunedì 29 aprile per la Giornata Internazionale della Danza.

In corso: la mostra d’arte contemporanea 20,40,60,80 a cura di Lucia Arbace e Lucia Zappacosta. Esposizione di Alice Pilusi, Gaetano De Crecchio, Franco Sinisi, Sebastiano A. De Laurentiis. Fino al 16 giugno 2019 e Pompeo Cesura e Orazio De Santis. Indagini intorno all’Adorazione dei Pastori e a un San Girolamo di cartapesta.

CAMPLI (TE) *-*Museo Archeologico Nazionale – piazza S. Francesco, 1 – orario 8.30/19.30 tel 0861.569158 www.archeoabruzzo.beniculturali.it. Aperto tutti i giorni compreso Pasqua, Pasquetta, 25 aprile e I maggio e ingresso gratuito lunedì 29 aprile per la Giornata Internazionale della Danza.

CHIETI – Museo Archeologico Nazionale d’Abruzzo – Villa Frigerj – Via G. Costanzi, 2 – Villa comunale – 8.30/19.30; tel. 0871.404392 www.archeoabruzzo.beniculturali.it. Biglietto intero 4 €, ridotto 2 €. Aperto tutti i giorni compreso Pasqua, Pasquetta, 25 aprile e I maggio. Lunedì 29 aprile chiuso

CHIETI -Museo Archeologico Nazionale d’Abruzzo – La Civitella- Via G. Pianell – tel. 0871 63137.Orario 8.30/19.30; www.archeoabruzzo.beniculturali.it . Biglietto intero 4 €, ridotto 2 €. Aperto tutti i giorni compreso Pasqua, Pasquetta, 25 aprile e I maggio . Lunedì 29 aprile chiuso

PESCARA – Museo Casa natale di Gabriele d’Annunzio-corso Manthonè, 116. Orario 8.30/19.30; www.casadannunzio.beniculturali.it – Biglietto intero 4 €, ridotto 2 €. tel.085. 60391. Aperto tutti i giorni compreso Pasqua, Pasquetta, 25 aprile, I maggio e ingresso gratuito lunedì 29 aprile per la Giornata Internazionale della Danza.

In corso la mostra Plaisir & Jeux giocattoli dall’antichità agli anni ’50 a cura di Lucia Arbace e Mariangela de Crecchio.

SULMONA (AQ)- Abbazia di Santo Spirito al Morrone. Orario lunedì-venerdì 9.00-13.30 sabato e domenica su richiesta. Biglietto 4 €, ridotto 2 €. Tel. 0864.32849. Aperto lunedì 22, giovedì 25 aprile e apertura straordinaria e gratuita lunedì 29 aprile per la Giornata Internazionale della Danza

Tutte le biglietteria chiudono 30 minuti prima

CASTIGLIONE A CASAURIA (PE) – Abbazia San Clemente. Entrata, senza biglietto, tutti i giorni dalle 9.00 alle 13.00 tranne il lunedì. Tel. 085.8885162. Aperto Pasqua, giovedì 25 aprile e mercoledì 1 maggio orario 9.00/13.00

È, inoltre, disponibile la CARD L’AQUILA CITTÀ D’ARTE che permette, al costo di soli 10,00 euro, l’ingresso gratuito al MUNDA per l’intero anno 2019 e una riduzione del 50% del costo del biglietto d’ingresso per gli altri luoghi della cultura afferenti alla rete del Polo Museale dell’Abruzzo. La versione “promotore” (al costo di 50,00 euro) sarà personalizzata da un artista calligrafo.