The news is by your side.

Covid, presidente Pescara: occorre tavolo anche con Aic

Pescara. Continuano le trattative per la cessione parziale o totale del Pescara. Lo conferma il presidente Daniele Sebastiani che questo pomeriggio, a margine di un evento commerciale ha dichiarato: “Non ci sono termini temporali per una eventuale conclusione. Sto lavorando sulla possibile cessione da tempo anche se non è questo il momento migliore perché c’è tanta incertezza in generale nel mondo, ma ho dei rapporti con persone serie e visto che lo sono non è uscito fuori nessun nome perché nessuno ha voglia di farsi pubblicità gratuitamente per cui speriamo che si possa portare a termine una situazione di questo tipo”.

“Bellanova quando è partito da Pescara (per rispondere alla chiamata della nazionale U.21, ndr) stava bene. Io credo che in questo clima di incertezza, con l’aumento di giocatori positivi, ci sia la necessità di creare un tavolo di lavoro comune anche con l’Assocalciatori, perché occorre un grande senso di responsabilità generale e per i giocatori per primi perché si è visto che rispettando le direttive sanitarie si riesce forse ad evitare qualcosa”. Così il presidente del Pescara Daniele Sebastiani, parlando questo pomeriggio a margine di un evento commerciale, della positività del difensore biancazzurro Raul Bellanova e dell’aumento di positivi fra i calciatori. “Dobbiamo provarci – sottolinea – perché il blocco dei campionati sarebbe un disastro per tutto il sistema. La bolla? Io credo che servirà di farlo si dovrà fare. Se il calcio si ferma nessuno prenderà soldi. Se ci si ferma non ci saranno neanche i soldi dei dirittti tv e il mondo del calcio crollerà. Se bisognerà anche giocare qualche partita in meno lo si dovrà fare. Bisognerà capire anche quali partite eventualmente non giocare. Ripeto: Bellanova quando è partito da Pescara stava bene”.