The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Crisi di maggioranza in consiglio regionale, Pagano: D’Alfonso è solo, si dimetta. Emiciclo ore convulse, slitta l’inizio dei lavori

consiglio_regionale_aulaL’Aquila. Crisi di ferragosto per la politica abruzzese. Si arresta la corsa della Regione Veloce del Governatore D’Alfonso. Proprio nell’ultima seduta del consiglio regionale prima della pausa estiva, la maggioranza entra in crisi. Il centrosinistra è in difficoltà sia politica, sia numerica, vista l’assenza dei tre consiglieri regionali, Luciano Monticelli (Pd), e Mario Olivieri e Andrea Gerosolimo (Abruzzo Civico). La maggioranza annaspa nelle commissioni con un nulla di fatto, su tutti, il rinvio della seduta sull’Istituzione sinfonica abruzzese che ha bloccato l’attività per problemi finanziari. Pomeriggio infuocato dunque per i lavori in consiglio regionale, e a gettare benzina sul fuoco ci pensa anche Nazario Pagano che in un post sui social dice: “la maggioranza non c’è più, oggi D’Alfonso è rimasto solo, è inutile continuare così, si dimetta”. Così il Presidente regionale di Forza Italia, dopo che tre Consiglieri regionali di maggioranza hanno disertato i lavori annunciando domani una conferenza stampa per illustrare il motivo della loro assenza. “Dopo solo un anno – incalza il presidente regionale di Forza Italia – la maggioranza di centrosinistra si è sciolta come neve al sole. Il disordine che regna in Giunta e in Consiglio non ha precedenti. Abbiamo provvedimenti importanti fermi in Commissione che, se non approvati, rischiano di spezzare le gambe alla nostra regione e vanificare tutto il nostro lavoro svolto nei cinque anni precedenti in cui abbiamo risanato e ridato dignità alle istituzioni regionali”. “Il centro sinistra cerca di evitare l’ufficializzazione in Aula di non avere piu’ la maggioranza per governare la Regione”: e’ il commento del gruppo del Movimento 5 Stelle a cio’ che sta accadendo in queste ore a Palazzo dell’Emiciclo. “E’ solo questo il motivo per il quale, da circa sette ore, attendiamo inutilmente insieme a tutti gli abruzzesi che siano aperti i lavori del Consiglio regionale,” concludono gli esponenti del M5S in attesa del via dei lavori consiliari slittati ancora di qualche ora. Il presidente del Consiglio regionale, Giuseppe di Pangrazio, infatti, ha aggiornato l’inizio dei lavori della seduta odierna, inizialmente convocata per le 11, alle ore 23.00.In tarda serata anche il presidente emerito, Gianni Chiodi, fa sentire la sua voce, nella sua pagina Facebook fa sue le parole del consigliere regionale Giorgio D’Ignazio che sulla crisa affonda: “Siamo al ridicolo, se continuiamo così ci cacceranno con i forconi. I consigli non cominciano mai. Una volta manca uno e una volta un altro. D’Alfonso è sotto scacco dei suoi e passa il tempo a promettere soldi in tutto l’Abruzzo che non ci sono. Io credo che sarà la gente a cacciarci con i forconi. Un Governatore che non è in grado di fare nulla e che non conta piu’ nulla. A Teramo se la prendono con la Misticoni per la questione dei disabili quando i veri problemi stanno qui, in Regione Abruzzo, con D’Alfonso”. Chissà se la notte porterà consiglio! (g.r.)