The news is by your side.
Consorzio Vini d’ABruzzo 2

Data fissata per il primo ritorno pubblico del Napoli a Castel di Sangro

L’Aquila. Prima regione in Italia, l’Abruzzo riapre uno stadio di calcio al pubblico, nel rispetto delle misure di sicurezza legate alla diffusione del Covid-19.

Pubblicata sul sito della Regione l’ordinanza numero 81 che, per il triangolare di calcio tra Napoli, L’Aquila e Castel di Sangro, questo pomeriggio allo stadio ‘Patini’ di Castel di Sangro, dispone la partecipazione del pubblico in aree che non superano il numero di 1000 spettatori, con posti a sedere assegnati e distanziati almeno di un metro. Fermo restando la responsabilità del Comune e del comitato organizzatore in occasione della preparazione precampionato della società Napoli Calcio. Capienza aumentata a 1563 spettatori, divisi in 4 settori separati. Il Napoli, alla prima uscita stagionale con le formazioni di Eccellenza abruzzese, L’Aquila e Castel di Sangro, riassapora il calore dei tifosi, tenuti a indossare la mascherina e rispettare il distanziamento.

L’ultima partita ufficiale, lo scorso 4 marzo, era stata disputata proprio da una squadra abruzzese, il Pescara, in trasferta con lo Spezia, poi promosso in Serie A. Inizialmente gli spettatori ammessi sugli spalti a Castel di Sangro, dove il Napoli sta svolgendo il ritiro precampionato, dovevano essere non più di 1000. Poi, alla luce della riunione in Prefettura, ieri a L’Aquila, la Regione ha disposto, con l’ordinanza 81, l’ampliamento della capienza, accogliendo la richiesta della società partenopea alla luce del grande afflusso di tifosi in questi giorni di preparazione pre-campionato. Il 4 settembre, sempre a Castel di Sangro, il Napoli ha in programma la sfida amichevole con il Teramo che milita nel campionato di Serie C.