The news is by your side.

De Santis su viabilità L’Aquila: dopo anni parcheggio zona ovest. Non è soluzione migliore, ma è un inizio

L’Aquila. “Finalmente, l’amministrazione comunale ha deciso di intervenire per dare una soluzione più dignitosa e sicura alla fermata degli Autobus presso il Motel Amiternum, che attualmente è un vero scandalo proprio all’ingresso della città. Non è la soluzione ottimale né la migliore sul piano progettuale, ma è una prima risposta ad un’esigenza sacrosanta di sicurezza e di viabilità razionale”.

Così Lelio De Santis, il consigliere comunale dell’Aquila di Cambiare insieme-Idv, su una situazione di disagio che si verifica da anni nella zona ovest del capoluogo regionale. La Giunta comunale ha stabilito di realizzare “solo una fermata comoda ed in sicurezza” in entrata dalla Statale 17 sull’area di proprietà della famiglia Barattelli ed un’altra fermata in uscita verso la statale 80 su area demaniale e di fronte alla caserma Pasquali. “La mia mozione, approvata in Consiglio comunale oltre due anni fa, – spiega ancora De Santis – prevedeva la realizzazione di un vero terminal sull’area della famiglia Barattelli, che aveva dato ampia disponibilità, con ampia area di sosta e con servizi essenziali”.

In particolare, sull’area Barattelli, ora inutilizzata, il comune realizzerà una fermata su uno spazio, ampio metri 60 per metri 7, concesso in comodato d’uso gratuito, “che consentirà la fermata in sicurezza di più autobus ed il proprietario realizzerà parcheggi privati al servizio dei pendolari e dei cittadini”. Lo stesso proprietario Barattelli realizzerà a proprie spese la strada di accesso al Centro commerciale, di proprietà della stessa famiglia di imprenditori, ed al quartiere Sant’Antonio, oggi inaccessibili a causa della rotatoria su viale Corrado IV.

“Gli interventi previsti sono molto importanti e necessari per assicurare una corretta fermata degli autobus, per garantire la sicurezza dei viaggiatori, per migliorare la viabilità su viale Corrado IV e per ripristinare un accesso normale alla Chiesa ed al quartiere di Sant’Antonio” si legga ancora nella nota. “Sono interventi di grande utilità sociale con poche risorse finanziarie, che complessivamente non superano i 200 mila euro, e che la città aspettava da troppo tempo”.

“Come amministratore che ‘pratica il riformismo e la logica positiva di un passo alla volta’, saluto con soddisfazione, dando atto agli assessori competenti ed ai tecnici comunali di un impegno serio ed alla famiglia Barattelli di una disponibilità non comune” conclude De Santis.