The news is by your side.
Consorzio Vini D’Abruzzo 3

Luciano D’Alfonso in piazza a Pescara. Inizia la festa per il nuovo Governatore dell’Abruzzo

ELEZIONI REGIONALI 8

20.37 Tutti in Piazza Salotto per festeggiare Luciano D’Alfonso Presidente

20.25 Gianni Chiodi telefona a D’Alfonso

20.23 Primi commenti di Luciano D’Alfonso.  “Voglio ringraziare tutti, lo farò fra poco a Pescara, lo farò presto anche a L’Aquila come testimonianza dell’impegno che avremo da subito per la ricostruzione del capoluogo e dei Comuni del cratere.
Ci spenderemo subito per passare dalle parole ai fatti, come è accaduto alla Provincia e poi al Comune di Pescara”.

20.13 Il nuovo Governatore della regione Abruzzo Luciano D’Alfonso raggiunge i sostenitori al comitato elettorale a Pescara per festeggiare il brillante risultato elettorale.

19.56 Perché l’ABRUZZO VALE: IL Luciamion è già alla Regione!!!!! Così Luciano D’Alfono su facebook

19.54  Acerbo commenta la sconfitta: “L’importante non è vincere o perdere ma essere impeccabili” Lo ha scritto su Facebook il candidato prtesidente Maurizio Acerbo. “Se ci alleavamo con D’Alfonso – ha osservato – lo sbarramento da superare era il 2%. Andando da soli lo sbarramento sale al 4% grazie a una legge antidemocratica che penalizza le forze autonome dal bipolarismo. Lo sapevamo quindi non ci lamentiamo. Non abbiamo svenduto i nostri principi per convenienze personali. Comunque andra’ – ha scritto infine Acerbo – cammineremo a testa alta”.

19.53  Questi i risultati relativi a 791 sezioni scrutinate su 1.642: Luciano D’Alfonso 115.576 voti; Gianni Chiodi 71.258; Sara Marcozzi 45.565; Maurizio Acerbo 7.949.

19.53 Quando ormai sono state scrutinate quasi meta’ delle 1.642 sezioni, si consolida sempre di piu’ il dato per Luciano D’Alfonso, alfiere del Pd, candidato governatore alla Regione Abruzzo per il centrosinistra. L’ex sindaco di Pescara, al momento, stacca di molto il suo principale antagonista, il governatore uscente di centrodestra Gianni Chiodi (Fi). Il primo sfiora il 50% dei consensi, il secondo si avvicina al 29%. La candidata Sara Marcozzi del Movimento 5 Stelle si attesta sul 20% mentre Maurizio Acerbo, leader abruzzese di Rifondazione comunista presentatosi con una propria lista e’ ancora sotto il 4%, soglia di sbarramento imposta dalla nuova legge elettorale regionale. Ma per Acerbo bisognera’ vedere anche i voti che riuscira’ ad ottenere nel proporzionale essendosi candidato pure per la circoscrizione di Pescara. A D’Alfonso, ex presidente della Provincia di Pescara ed ex sindaco del capoluogo adriatico, ha di certo giovato l’onda lunga dei consensi che il suo partito ha ottenuto alle europee, cosi’ come la Marcozzi ha dovuto fare i conti con il mancato “boom” del suo movimento grillino

19.37 Luciano D’Alfonso sta per raggiungere il comitato elettorale di Pescara. In Piazza Salotto è prevista la festa per il nuovo Governatore della Regione Abruzzo

19.17 Analizzando il risultato del voto, Masci ha fatto notare, dagli studi di Rete 8, che “la proposta politica del centrodestra e’ carente di leadership, le divisioni non pagano e c’e’ una grande confusione. Il messaggio del centrodestra non si capisce, anzi partono messaggi diversi”, considerata la frammentazione di questo polo, per cui ” il cittadino “e’ confuso e si rivolge alla proposta di governo di Renzi, che spopola. Neanche la Dc ai tempi d’oro aveva quei consensi”, ha proseguito parlando dei voti al Pd. Per Masci il risultato al comune di Pescara sara’ influenzato dal frazionamento che si e’ verificato nel centrodestra. “Speriamo di andare al ballottaggio con Alessandrini e ci giocheremo tutto”, ha proseguito. Masci ha anche ribadito i motivi dell’appoggio al sindaco uscente, Luigi Albore Mascia. “Ha governato bene per cinque anni, in questo periodo Pescara ha cambiato il suo volto. Mi auguro che il sindaco abbia un buon risultato” – ha concluso.

18.49 Forse un hacker ha attaccato i dati della regione. Continua il blocco del sito della regione, la sala stampa allestita a Palazzo Silone ha dato infiniti problemi per la gestione dei dati.

18.26 E’ previsto per le 19.00 lo spoglio per le amministrative comunali e a seguire il referendum Grande Pescara. Sui dati regionali si procede lentamente.

18.22  Commentando i dati parziali sull’esito delle elezioni regionali in Abruzzo, il sottosegretario all’Economia e finanze Giovanni Legnini sottolinea come il vantaggio di Luciano D’Alfonso (Pd) sia “solido, stabile” anche se si “deve attendere uno stato di avanzamento superiore”, nello scrutinio. “Sono molto fiducioso” – ha detto il sottosegretario abruzzese parlando dall’emittente televisiva Rete 8. Legnini si e’ espresso anche sul risultato delle europee e ha detto che si tratta di un “grandissimo successo derivante dall’azione del presidente del Consiglio”.

18.09 Impossibile ragionare sull’attendibilità dei numeri che arrivano nel cervello impazzito della Regione

Un disallineamento tecnico del programma e’ alla base degli errati valori percentuali che compaiono sull’homepage del sito internet delle elezioni regionali abruzzesi. Lo affermano i responsabili della Struttura informatica regionale. L’errore e’ dovuto ad un disallineamento temporale sull’inserimento dei dati, accentuato dal basso numero di seggi finora scrutinati e inseriti nel sistema. Non e’ un problema legato all’inserimento dei dati da parte dei comuni, che invece ha funzionato e funziona bene, ma ad un’errata elaborazione di questi dati una volta transitati nella struttura informatica regionale. La struttura informatica della Regione Abruzzo sta lavorando per risolvere l’anomalia. Per quanto riguarda invece la consultazione del sito “elezioni2014”, i rallentamenti sul caricamento dei dati e delle informazioni sono dovuti dal sovraccarico di traffico.

18.00 Ancora deboli e confusi i dati che arrivano nelle redazioni e che a morsi e bocconi la Regione fornisce.

17.30  “Non aiuta il trend nazionale, che vede il Pd in vantaggio, tuttavia speriamo che l’Abruzzo ribalti la situazione. Noi pensiamo di essere competitivi con la nostra lista e credo che avremo un buon successo per far tornare Chiodi a governare la Regione Abruzzo”. Lo ha detto Carlo Masci, leader di Pescara Futura, commentando ai microfoni della emittente televisiva Rete 8 i risultati elettorali emersi fino ad ora, per le europee e per le regionali (con D’Alfonso in vantaggio). “Le europee – ha proseguito – hanno evidenziato che la proposta di Renzi ha attecchito piu’ di quella di Grillo, la concretezza ha pagato piu’ della contestazione”.

 16.50 Dai rumors dei comitati elettorali in molti evidenziano che gli elettori hanno, nella stragrande maggioranza dei casi, votato il simbolo evitando di esprimere la preferenza.

 16.15  In Abruzzo la forbice tra Pd e Movimento 5 Stelle è molto più stretta che nel resto del paese: 32,38% contro il 29,74%, con Forza Italia al 18,69%. Il 5 Stelle abruzzese conquista il miglior risultato in Italia. A Montesilvano è il primo partito con il 36% contro il 27,3 del Pd. I grillini sono primi anche a Silvi, una delle cinque città dove si vota col doppio turno (32,7 contro il 30,94% del Pd). A Pescara la distanza è di soli tre punti (Pd 32,65%, M5S 29,73%). Identica situazione anche a Giulianova (Pd 35%, M5s 33%).

15.49 E’ andato in tilt il sito della Regione con molti problemi tecnici per l’arrivo dei dati

 15.30 Dalla sala stampa della Regione Abruzzo, cuore pulsante e cervellone di tutta la macchina elettorale i dati sul voto regionale arrivano molto lentamente e non pochi problemi tecnici stanno rallentando la gestioni dei numeri. Abbiamo pubblicato i primissimi numeri che non possono essere considerati come indicativi di un vero andamento. Si tratta di pochissime sezioni, meno di 15 su 1642.

14.30 Non è ancora finita l’avventura europea di Filippo Piccone, potrebbe infatti scattare il secondo seggio nel Meridione consentendo all’onorevole marsicano di entrare nel parlamento Europeo.

14.12 I dati provinciali:
L’Aquila; 57,18%, pari a 157777 degli aventi diritto al voto, rispetto al 53,58% del 2008;
Pescara: 65,38%, pari a 185916 degli aventi diritto al voto, rispetto al 52,52% del 2008;
Teramo: 67,63%, pari a 183025 degli aventi diritto al voto, rispetto al 55,11%;
Chieti: 57,58%, pari a 219249 degli aventi diritto al voto, rispetto al 51,35% del 2008.

14.00 Alle ore 23 di ieri il dato ufficiale definitivo dell’affluenza al voto per le elezioni regionali registrato nei 305 comuni abruzzesi è di 61,57%, rispetto al 52,98% delle precedenti elezioni regionali del dicembre 2008. Complessivamente hanno votato 745.967 su 1.211.533 abruzzesi aventi diritto al voto Questo il dato definitivo dell’affluenza al voto nelle quattro circoscrizioni provinciali: Provincia dell’Aquila; 57,18%, pari a 157777 degli aventi diritto al voto, rispetto al 53,58% del 2008;