The news is by your side.
10M
10M 2

DIRETTA LIVE: speciale elezioni regionali, tutti i dati e i numeri dell’Abruzzo al voto

Scrutini in tempo reale e la cronaca della notte elettorale


L’Aquila. L’Abruzzo al voto  per il rinnovo del Consiglio regionale e l’elezione del nuovo presidente ha visto al voto 1.211.204 persone in 305 comuni.  Alle 12 ha votato il 13,42% degli aventi diritto, nelle precedenti elezioni regionali del 2014 alla stessa ora aveva votato il 15,92%. Questi i dati delle province: Chieti 13,17% (15,48% nel 2014), L’Aquila 13,01% (13,14%), Pescara 14,13% (17,57%) e Teramo 13,45% (17,64%). Alle 19, ha votato il 43% degli aventi diritto, cinque anni fa aveva votato il 45,11%. Questa la percentuale di affluenza al voto provincia per provincia: Chieti 40,46% (42,77% nel 2014), L’Aquila 44,56% (40.69%), Pescara 43,98% (47,55%), Teramo 43,96% (50,33%). Alle 23 la percentuale di affluenza nella provincia di Chieti è stata del 48,25% (56,59% nel 2014), all’Aquila il 54,70% (57,10%), a Pescara del 53,89% (62,62%) e a Teramo del 52,83% (65,09%).

ORE 02.55. Dati sulle proiezioni relative al 45% dei seggi
Centrodestra Marco Marsilio: 48,9%

Lega 26,6%
Forza Italia 9,5%
Fratelli d’Italia 6,0%
Dc Udc Idea Nci 3,7%
Azione Politica 3,0%
Centrosinistra Giovanni Legnini: 31,2%
Partito Democratico 10,2%
Legnini Presidente 8,0%
Abruzzo in Comune 3,7%
Progressisti- Sin. – Leu 2,4%
Abruzzo Insieme 2,5%
Avanti Abruzzo 1,5%
Centro democratico 1,5%
Solidali e pop. – centristi 1,4%
Movimento 5 Stelle Sara Marcozzi: 19,2%
Casapound Stefano Flajani: 0,6%

 

ORE 02.26: La ricostruzione è la priorità assoluta. È rimasta ferma in questi ultimi tempi. È una vergogna che dobbiamo cancellare assolutamente. Il centrodestra ha già dimostrato con la ricostruzione del 2009 e torneremo a replicare quel modello e la mia assoluta priorità è rimettere in pochi mesi le persone nelle condizioni di rientrare nelle loro case”. Così Marco Marsilio parlando con i cronisti dopo il suo arrivo al comitato elettorale di Pescara.

 

ORE 01.17. “I miei complimenti e i miei auguri a Marco Marsilio e a tutti i militanti e gli eletti abruzzesi di FI. Il loro è un grande successo che apre una pagina nuova per l’Abruzzo ed è un momento importante per il futuro del centro-destra e della politica italiana. L’Abruzzo lo ha confermato ancora una volta, il centro-destra è la maggioranza naturale fra gli elettori”. Lo afferma il presidente di FI Silvio Berlusconi.  “Lo avevo percepito, in queste settimane, stando fra la gente abruzzese. Ovunque ho trovato entusiasmo, affetto, voglia di cambiamento nella serietà e nella concretezza. Questo risultato mi stava particolarmente a cuore anche per il profondo legame affettivo che ho verso questa regione dall’epoca del terremoto del 2009. Da oggi comincia la sfida di Forza Italia e del centro-destra per la Sardegna, per la Basilicata, per il Piemonte e infine per le elezioni europee di maggio decisive per il futuro dell’Europa e dell’Italia. Sono sicuro che il centro-destra unito avrà successo in tutte queste importanti elezioni”, spiega il leader FI.

ORE 01.11.  “Tutto ciò è segno di progresso”, questo il primo commento del candidato presidente Marco Marsilio. “Abbiamo lavorato insieme”, ha continuato, “il centro destra è unito e ha dimostrato la sua forza. Abbiamo vinto e questo mette fine a ogni discussione”.

ORE 00.50. “Mi pare che l’andamento sia sintomatico secondo la proiezione, ovviamente bisogna mantenere la prudenza, però il dato dimostra che c’è una vittoria del centrodestra e un profondissimo arretramento del Movimento cinque stelle”. Così il presidente vicario della Regione Abruzzo, Giovanni Lolli, presente a palazzo Silone all’Aquila per assistere allo spoglio per le regionali, sui primi dati che stanno affluendo. “Per quanto riguarda noi del centrosinistra, siamo passanti dal 17 al 28 per cento, il che indica una chiara crescita ed anche il fatto che questa è la strada giusta e bisogna insistere e continuare sapendo che in Abruzzo, come in Italia, ci aspetta un periodo all’opposizione”, conclude Lolli.

ORE 00.40. La leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, è arrivata a Pescara nel comitato elettorale di Marco Marsilio Al momento è chiusa in una stanza del comitato. Meloni si è affacciata un attimo, ma non ha voluto rilasciare dichiarazioni: “dopo, commentiamo dopo”, ha detto. A breve dovrebbe incontrare la stampa. Non è chiaro al momento per quando è previsto l’arrivo di Marsilio.

ORE 00.10. Marco Marsilio, candidato del centrodestra per le elezioni d’Abruzzo, è in testa allo scrutinio secondo le prime proiezioni Swg con il 48,9%.

ORE 00.02. Nel comitato di Giovanni Legnini, candidato presidente in quota centrosinistra, i primi dati hanno provocato un clima di amarezza generale, nonostante secondo l’instant poll sarebbe in vantaggio rispetto alla candidata del M5S Sara Marcozzi.

ORE 23.50. Al comitato del Movimenti 5 Stelle sono già arrivati alcuni parlamentari. Si attende invece l’arrivo del senatore Di Nicola e quello della candidata pentastellata Sara Marcozzi. Nessun commento da parte dello staff del Movimento sugli exit poll.

ORE 23.40. C’è entusiasmo nella sede elettorale del candidato di centrodestra Marco Marsilio: dopo le prime proiezioni non si sono spenti gli animi di coloro che sono in attesa del verdetto che decreterà il nuovo presidente della Regione Abruzzo.

ORE 23. Nel 2014 votarono 745.865 elettori pari al 61,56%. Le schede bianche e nulle furono 54.373. Luciano D’Alfonso venne eletto con 319.887 voti pari al 46,26%, secondo con 202.346 voti Giovanni Chiodi, pari al 29,26%, terza Sara Marcozzi con 148.035 voti pari al 21,41% e quarto Maurizio Acerbo con 21.224 voti pari 3.07%.

ORE 22.50. E’ netta la forbice tra il centrodestra e il centrosinistra stando ai primi sondaggi diffusi nelle ultime ore L’Opinio Rai dà Marsilio al 44 per cento, secondo Legnini al 30, Marcozzi al 24 e Flajani al 2. Diversi, invece, i dati di Swg che dà il centrodestra al 34 – 40 per cento, centrosinistra a 31 – 37 e Movimento 5 stelle 24 – 30 per cento. Difficoltà sono state riscontrate nella decodificazione dei dati per la presenza di numerose liste civiche.

14M