The news is by your side.

Discarica abusiva Aeroporto dei Parchi, Corridore si difende: io estraneo ai fatti

L’Aquila. Sull’inchiesta relativa alla discarica abusiva scoperta nell’aeroporto dei Parchi di Preturo dove venivano smaltiti materiali di risulta di cantieri edili post sisma, l’ingegnere Mario Corridore, indagato con altre 5 persone per traffico illecito di rifiuti speciali, precisa, in una nota che “l’intercettazione telefonica allegata agli atti dell’inchiesta, che proverebbe il mio coinvolgimento nella vicenda, si riferisce in realta’ a un colloquio assolutamen1413888323-5674-10658799-766494183421011-4627275021255607617-o_bigte estemporaneo avuto con il responsabile tecnico dell’aeroporto”. Corridore, referente per l’ufficio sviluppo della struttura aeroportuale per conto del Comune dell’Aquila, di cui e’ dipendente, sottolinea che, “trovandosi sul posto per effettuare alcune misurazioni nell’ambito del progetto di allungamento della pista, ha segnalato l’erroneo posizionamento di un cumulo di terra (e non certo di altri materiali) avendolo visto da lontano, dall’esterno della recinzione, in via del tutto casuale. Posizionamento da ritenersi erroneo esclusivamente sulla base delle prescrizioni tecniche fornite dall’Enac per l’adeguamento della resa, ovvero l’area di sicurezza a fine pista. Il sottoscritto – si legge nella nota dell’ingegnere – non e’ assolutamente a conoscenza dell’eventualita’ di trasporto e deposito di materiali di risulta e si e’ limitato sempre esclusivamente a fornire pareri di natura tecnica per il miglioramento dell’infrastruttura. Ritengo – conclude – che la situazione possa essere velocemente chiarita nelle sedi piu’ opportune riponendo in ogni caso ampia fiducia nel lavoro della Magistratura”. Dalla Xpress, la societa’ che gestisce lo scalo di Preturo, fanno sapere che l’area sequestrata e’ di 4 mila metri quadrati e non 20 mila.