The news is by your side.

Domani a Pescara il White Wedding, la Notte Bianca degli sposi con la torta da giunness

Pescara. Si svolgerà domenica in Piazza Salotto Pescara il White Wedding, la Notte Bianca degli sposi, evento dedicato al matrimonio che avrà anche momenti di intrattenimento e spettacolo. La manifestazione è stata presentata oggi in conferenza stampa. “Questo  il secondo anno “illustra Kristian Sorbello, wedding planner e motore dell’evento per l’agenzia Ghidei Sposi”. Dalle 18,30 sotto gli stand di Piazza Salotto si concentrerà tutto il mondo del wedding, con tutte lesposi tendenze, mode, proposte e le collezioni per il 2016. Ci sarà tutto ciò che serve alle coppie in procinto di sposarsi per decidere che tipo di matrimonio fare, dove andare in viaggio, che evento creare, insomma tutto, dalle bomboniere alle foto, look e make up. Il clou ci sarà dalle 22,30 in poi con la presentazione delle collezioni sposa e sposo 2016 che faremo in modo speciale, aprendole con un rito in arrivo da altre realtà. Sarà infatti l’esempio di un matrimonio celtico ad aprire le danze e poi comincerà la sfilata. A mezzanotte un evento nell’evento, perché realizzeremo a Pescara la torta nuziale più alta del mondo, questo grazie all’ausilio dei pasticceri della ConPait e del presidente Federico Anzellotti che proveranno a stabilire questo primato. Il tutto sarà ripreso dalle telecamere di Giulio Gennari”. “Si tratta di un altro evento significativo per animare la città “aggiunge l’assessore ai Grandi Eventi Giacomo Cuzzi “Non solo aiuteremo i giovani sposi a fare le proprie scelte nel modo più completo e divertente, ma porteremo Pescara nel Guinness dei primati mondiali con una sfida di qualità che è quella legata alla maestria dei nostri talenti pasticceri. La torta sarà alta 10 metri e larga 8, nascerà durante la manifestazione ma non sara’ degustabile. Lo sarà invece un’altra torta quasi nuziale di grandissime dimensioni che verrà offerta al pubblico e agli sposi. L’invito è a partecipare e a far crescere questo evento che arricchisce il cartellone di iniziative che abbiamo messo in campo a costi irrisori, in uno dei periodi economicamente più critici della storia della città e che sta dando riscontri sorprendenti sia per gradimento, che per pubblico ed eco delle manifestazioni”.