The news is by your side.

Domani nomina manager Asl1: è scontro, Ugl accusa Regione di delibera ad hoc pro Tordera

L’Aquila. La Giunta regionale nella seduta di domani procederà alla nomina del nuovo manager della Asl 1 Avezzano-L’Aquila- Sulmona. L’esecutivo ha rinviato più volte la decisione alla luce delle polemiche politiche sul territorio provinciale che nascono entrambi in seno Rinaldo Torderaal Pd aquilano e che vedono da una parte il sindaco dell’Aquila, Massimo Cialente, che vede di buon occhio un manager forestiero e non medico e dall’altra il giovane consigliere regionale aquilano del Pd Pierpaolo Pietrucci, appoggiato da molti sindaci del territorio e da consiglieri aquilani e sindacati, che puntano ad un medico che operi già nelle strutture della Asl che abbia quindi capacità per entrare subito in assetto alla luce della stagione di riforme alle porte con il decreto Lorenzin e le norme regionali. Cialente si è esposto proponendo un nome, quello dell’ex direttore generale della ex Cassa di risparmio della Provincia dell’Aquila, Rinaldo Tordera, suo fedelissimo. Tordera è presidente dell’Azienda municipalizzata (Asm) del Comune dell’Aquila e amministratore delegato di Sviluppo Italia Abruzzo; il manager non ha l’idoneità nell’albo abruzzese, non avendo partecipato al bando; è idoneo però in Lombardia e Toscana. “Nell’ultimo giorno utile per effettuare la nomina di direttore generale della ASL1 -Avezzano, Sulmona, L’Aquila apprendiamo che la Giunta regionale starebbe predisponendo una delibera ad hoc per sanare eventuali carenze di requisiti del dott. Rinaldo Tordera”. Lo scrive il segretario proviniale dell’Ugl dell’Aquila, Giuliana Vespa. “Cialente e D’Alfonso – prosegue la sindacalista – spiegassero perche’ invece di attingere tra i 127 idonei alla nomina di direttore generale della Asl si debba per forza piazzare una persona a dispetto dei santi. A questo punto, con onesta’ e chiarezza – conclude la segretaria Ugl – informassero i cittadini sui reali motivi che li spingono ad effettuare una scelta che non e’ chiaramente fatta per il bene della Asl aquilana”. Il posto è vacante dal primo gennaio scorso a causa delle dimissioni del dg Giancarlo Silveri, dimessosi il 31 dicembre scorso nonostante avesse un contratto, rinnovato fino al 2018 dall’ex giunta di centrodestra. La sostituzione dovrebbe avvenire entro 60 giorni, quindi la giunta deve fare la nomina.